Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DOCTOR STRANGE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 31/10/16 DAL BENEMERITO FABBIU POI DAVINOTTATO IL GIORNO 30/7/17
Le potenzialità erano alte: del personaggio, degli effettisti, di protagonista e antagonista (Cumberbatch e Mikkelsen, tra i volti emergenti degli ultimi anni), del regista (quello Scott Derrickson che in ambito horror ha alle spalle alcuni dei più riusciti lavori recenti nel campo). E l'inizio infatti promette davvero bene. D'accordo, sembra di esser rientrati nell'INCEPTION di Nolan, con i palazzi che si deformano e la realtà che s'incurva senza sosta, ma l'impatto è notevole e l'idea sviluppata con un gran gusto per lo spettacolo. Con l'entrata in scena del dr. Stephen Strange (Cumberbatch) si ha ulteriormente l'impressione di aver a che fare con un eroe Marvel dal carattere ben delineato e fino all'incidente che quasi gli paralizza le mani il film procede mirabilmente. Poi, con il viaggio in Nepal per rintracciare chi potrebbe curare le lesioni attraverso sistemi diversi da quelli scientifici, si entra in contatto con i mondi paralleli del multiverso, Strange comincia l'addestramento e ci viene spiegato del grande cattivone iperdimensionale che minaccia i tre santuari della Terra; e qui le cose cominciano un po' a complicarsi, gli effetti speciali a stratificarsi e il tutto a perdersi nel solito groviglio di luci e raggi che dopo un po' si trasforma in un rutilante, tonitruante, ripetitivo e pesante bombardamento di immagini e suoni dal quale si esce frastornati. Volendo spiegare fin troppo si arriva a saturare l'insieme pure con le parole e dal momento che la durata in questi casi non è mai contenuta (si sfiorano le due ore) si rischia di arrivare all'ultima parte - che pure i suoi meriti li ha - sfiniti. Le intuizioni che più colpiscono (il passaggio dall'interno di un salone alla vetta dell'Everest, la rincorsa tra palazzi che s'inclinano in un delirio escheriano in rapidissimo mutamento) finiscono soffocate da una deprecabile spinta all'eccesso che culmina - tanto per non farsi mancar nulla - con la solita citazione degli Avengers e di un Thor che si siede di fronte a Strange per parlare a quattr'occhi. Azzeccata e ben interpretata la figura della gran sacerdotessa del culto (Swinton), a testimonianza di un film per molti versi realizzato con talento; che purtroppo però, dalla metà in poi, tende a spegnersi. La sceneggiatura di certo non aiuta e la presenza di personaggi poco incisivi (Mordo) tende a mettere in secondo piano il Kaecilius di Mikkelsen, che avrebbe pure lui meritato dialoghi migliori. Il legame coi Pink Floyd più psichedelici (il dr. Strange appare sulla copertina di "A Saucerful of Secrets" e nel testo di "Cymbaline") è rinsaldato dalla presenza di "Interstellar Overdrive", con relativa chitarra distorta di Syd Barrett, in colonna sonora!
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 9/11/16 5:46 - 9792 commenti

Relativamente poco conosciuto rispetto ad altri personaggi Marvel, il dr. Strange trova degna consacrazione nel film di Scott Derrickson. Il regista realizza un buon “film pop”, che coniuga perfettamente azione, ironia e caratterizzazione iconica del personaggio principale e dell' “alopecica” Swinton, e meno per la verità dell’antagonista Mikkelsen. Parte del merito della riuscita del film è da attribuire al carismatico protagonista Benedict Cumberbatch, che pare nato per il personaggio del neurochirurgo dal lato oscuro. Due ore di divertimento con efetti speciali davvero speciali.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 15/2/17 19:23 - 3951 commenti

Cosa succede se a una sorta di Dottor House dei chirurghi vengono improvvisamente tolti i ferri del mestiere e, poco dopo, donati poteri collegati a un qualcosa che la sua mente scientifica, analitica e razionale fatica non poco ad accettare? Ovviamente, qualunque cosa. Ed è questa la parte migliore della pellicola. Poi, quando prende inevitabilmente una direzione precisa, tutto tende a banalizzarsi, pur restando un discreto prodotto filmico, grazie agli attori e a un buon ritmo. E nonostante un’entità “supremalvagia” imbarazzante, nel complesso, non è poi così male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La dimensione specchio (Inceptioniana, ma efficace); Il primo "viaggetto" offerto dall'Antico; Supervisore alla propria operazione (la trispaventata).
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Tarabas 21/9/17 16:23 - 1449 commenti

Dunque, i palazzi che cambiano forma vengono da Inception. La setta supersegreta orientale somiglia molto alle Ombre di Batman begins. La storia del malvagio essere primordiale lo trovate ovunque, Avengers, Thor, etc. Cosa resta? Poco o niente. Baracconata prevedibile al 100% anche se, come me, non avete mai sentito nominare il fumetto, con interpretazioni stereotipate e il solito accenno di crossover. Alla base, l'idea che per diventare maghi basta volerlo e roteare le mani. Vietato a chi non ha inclinazione alla soppressione dell'incredulità.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 2/2/17 9:13 - 6552 commenti

Post-traumatizzato, neurochirurgo già drago si dà al misticismo orientale e diventa mago con superpoteri di quelli grossi... Cumberbatch ha le fisiche du role e poi grazie a Sherlock i personaggi da arrogante saputello gli riescono bene, Mikkelsen è un pittato simil-vighingo, Swinton una pallina da biliardo che pronuncia con aria soave banali saggezze, Ejiofor fa l'affidabile, Wong quello che non ride mai, il film è pomposo, pesante da seguire se non fosse per l'inserimento qua e là di belle sequenze con effetti speciali che stravolgono le geometrie architettoniche. Tutto il resto è noia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sequenza iniziale e quella del corridoio, con pareti, muri e soffitti che si arrotolano su se stessi o si capovolgono .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Hackett 10/9/17 18:13 - 1441 commenti

Anche il bravo Cumberbatch cede alle lusinghe Disney e accetta di impersonare uno dei suoi meno conosciuti e più insipidi personaggi. Dopo un inizio sincopato, quaranta minuti di noia preparano lo spettatore con filosofia orientale un tanto al chilo e ambientazioni mistiche. Poi scoppia l'azione, in un delirio di effetti stucchevoli e trovate ottiche che scimmiottano Inception. L'intrattenimento puro va bene, ma quando non ci sono proprio idee il tutto risulta deprimente. Probabilmente il peggior Marvel, fino a ora.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

124c 31/10/16 14:43 - 2482 commenti

Il nuovo supereroe Marvel è il dottor Strange, un mago supremo preso dalle pagine dei fumetti anni '60 di Stan Lee e Steve Ditko, che adotta gli effetti speciali di Inception di Chris Nolan, i combattimenti de La tigre e il dragone di Ang Lee (ma anche di Matrix) e lo humor della saga di Iron man. Benedict Cumberbatch è fidicamente perfetto, ma non so se il suo humor sia voluto dalla Disney o sia un capriccio d'attore pagato per interpretare un personaggio cui non crede (io voglio sperare nella prima ipotesi). Discreto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tilda Swinbton che rifà, in stile Orlando, l'Antico, una sorta di maestro delle arti miostiche e marziali che ricorda un po' Miyagi e un po' Yoda.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Fabbiu 31/10/16 9:22 - 1797 commenti

Particolare e insolito cinecomics, molto più simile a un normale film fantastico considerabile a sé stante (narra, in modo fluido e pulito, il mondo degli antichi stregoni e guardiani dei portali), se non fosse che per alcuni particolari (il nemico astratto Dormammu, alcune battute nei dialoghi e i canonici finali nascosti) rivela i suoi collegamenti al mega impianto della saga Marvel. Condito da un simpatico umorismo e da effetti speciali di Inceptioniana memoria (le città che si scompongono) riesce degnamente a divertire e appassionare.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Rambo90 4/7/17 2:16 - 4926 commenti

Nuovo supereroe Marvel, piuttosto simpatico e riuscito nelle premesse, interpretato bene da Cumberbatch ma non sempre aiutato da una sceneggiatura che funziona a corrente alternata. La prima parte, con l'addestramento e una bella dose di ironia, funziona, mentre ad annoiare un po' è la seconda, con le solite scene d'azione confuse e zeppe di effetti speciali ridondanti. Il villain di Mikkelsen riesce bene, Ejior invece è impalpabile e la McAdams sprecata. Colonna sonora azzeccata. Vedibile.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Pinhead80 2/11/16 17:19 - 2929 commenti

L'ennesimo eroe dell'impero Marvel arriva sul grande schermo e deve ovviamente salvare il mondo da una terribile minaccia. La struttura di questi film è ben collaudata e funziona quasi sempre. Non ne fa eccezione il nostro Doctor Strange, che viene anch'esso ben approfondito e ben sviluppato in un mare d'azione che è un bel misto tra arti marziali e magia. Credo di non sbagliare affermando che sentiremo ancora parlare di questo personaggio. Da vedere.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Piero68 12/9/17 10:10 - 2199 commenti

Personaggio minore dell'universo Marvel, Strange è però sicuramente anche il più antipatico, viste la sua arroganza e tracotanza. La sceneggiatura si mantiene sul basso profilo, offrendo personaggi bidimensionali e senza una caratterizzazione valida mentre si preferisce stordire lo spettatore con fantasmagorici effetti speciali che alla fine è tutto quello che rimane. Regia (erroneamente) affidata a un regista che predilige l'horror, prove attoriali irritanti e superficiali. Cast sprecato con un Cumberbatch non tagliato, per un ruolo del genere.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Ryo 19/11/16 12:36 - 1535 commenti

Benedict Cumberbatch è un interprete a dir poco favoloso. Calato perfettamente nel personaggio, rende piacevole la visione grazie anche al suo cambio caratteriale. Gli effetti visivi sono una vera meraviglia: i cambi di prospettiva, i palazzi che si incastrano, che mutano lunghezza e profondità sono veramente paragonabili a un viaggio mistico. Non mi piace invece che la leggerezza e l'atteggiamento di fronte a situazioni bizzarre, che farebbero impazzire chiunque, vengano affrontate come la più normale delle cose.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incidente iniziale.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Jena 1/5/17 10:23 - 758 commenti

Finalmente una ventata di nuovo nei film di supereroi che, sinceramente, incominciano a stancare e ad assomigliarsi un po' tutti. Strange è sicuramente originale, portando la magia al centro della scena. Eccellenti effetti speciali che riescono anche a stupire, a parte il demone cattivone finale che non mi ha convinto molto. Cumberbatch è perfetto nel ruolo suo tipico dell'arrogante dal cuore d'oro. Unico difetto del film aver relegato il grandissimo Mikkelsen a un ruolo monolitico di cattivo con gli occhioni viola.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inizio con la Londra "scomponibile"; Il primo viaggio nel multiverso di Doctor strange; La sfida temporale finale con il Demone.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Taxius 7/11/16 16:10 - 739 commenti

Difficile vedere brutti film della Marvel, altrettanto difficile è vedere capolavori e Doctor Strange, come il 90% dei suoi cugini, si assesta sulla base del "buon film", nulla di più e nulla di meno. Gli effetti speciali sono notevoli e la trama interessante; poi Cumberbatch è simpaticissimo e sembra fatto apposta per la parte; ma come sempre capita nei film Marvel il difetto è il cattivo, senza personalità e mal gestito all'interno della trama (ottimo comunque Mikkelsen). Quando capiranno che il villain è più importante dello stesso eroe?
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Viccrowley 17/11/16 22:49 - 638 commenti

Il buon Derrickson era la scelta giusta per dirigere le gesta del Mago di casa Marvel. Purtroppo mamma Disney ci mette il solito marchio di fabbrica rendendo tutto sterile e alquanto anonimo. Lo Stregone supremo è personaggio kitsch e psichedelico e nei comics è stato protagonista di vicende misteriose e vicine all'horror (storico il suo scontro con Dracula). Qui tutto si appiattisce per ottenere il consueto PG13, quindi briglia sciolta alla solita ironia da latte alle ginocchia e a sequenze d'azione tanto caciarone quanto innocue. Belli gli SFX.
I gusti di Viccrowley (Commedia - Fantascienza - Horror)

Ira72 24/9/17 16:38 - 457 commenti

Cumberbatch sta a doctor Strange come il cacio sui maccheroni: è perfetto. Il suo viso caratteristico ben rende il tormentato, acuto, presuntuoso e geniale personaggio. Gli effetti speciali sono realizzati impeccabilmente e l'azione non manca. Fortunatamente l'epopea amorosa, tipica del genere, qui è relegata a pochi momenti e ha un ruolo marginale. Però. Il resto non è granché. I suoi nemici non bucano lo schermo, non spiccano per carattere, trucchi o costumi particolari e la Swinton, purtroppo, è poco più di una comparsa.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Maxx g 5/11/16 12:43 - 336 commenti

Per la fine del 2016 arriva Doctor Strange, altro personaggio (non molto noto da noi) dell'Universo Marvel. Il film è un trionfo di effetti speciali e sicuramente incanta e intontisce lo spettatore che si trova proiettato in un universo parallelo. L'originalità c'è di sicuro, anche se la storia può creare un po' di confusione, almeno nel contrasto tra bene e male. Certo, non tutto è originale, ma ci si può tranquillamente accontentare. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il dottor Strange che si trascina in Ospedale. Mentre la Adams lo opera, l'anima si divide dal corpo.
I gusti di Maxx g (Comico - Horror - Western)

Josephtura 15/11/16 15:23 - 74 commenti

DA un personaggio minore dell'universo Marvel, Doctor Strange è uno dei film del genere meglio riusciti. La trama ha qualcosa di imperscrutabile (i cattivi sono sempre anche stupidi?) ma il film è nel suo complesso divertente. Forse un po' troppo lungo e prolisso nella parte iniziale. Film a metà tra il mondo di Harry Potter e quello di Iron man, ha ottimi effetti speciali usati in modo utile alla scenografia e non solo per "effetto". Un po' LSD in certe scene e nella scelta di alcuni spunti sonori.
I gusti di Josephtura (Documentario - Fantastico - Guerra)