Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TRAFFIC

All'interno del forum, per questo film:
® Traffic
Titolo originale:Traffic
Dati:Anno: 2000Genere: drammatico (colore)
Regia:Steven Soderbergh
Cast:Michael Douglas, Benicio Del Toro, Don Cheadle, Catherine Zeta-Jones, Luis Guzman, Amy Irving, Dennis Quaid, Tomas Milian, Erika Christensen, James Brolin, Miguel Ferrer
Note:Remake della mini-serie televisiva inglese "Traffik" (1989).
Visite:955
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 21
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 8/2/09 8:51 - 10229 commenti

Tra i migliori film del regista americano Sodebergh che affronta con accenti narrativi talora di stampo sperimentale, il tema del traffico degli stupefacenti in un film che mette insieme diverse vicende e personaggi. Molto abilmente il regista riesce a "gestire" le diverse storie, intersecandole tra loro, complice una buona sceneggiatura ed un efficace montaggio. Cast molto ricco nel quale spiccano Benicio Del Toro e Don Cheadle.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 24/3/09 9:30 - 6914 commenti

Storie intrecciate attorno al traffico di droga tra Messico e Usa: due poliziotti messicani, il giudice antidroga con la figlia tossica, e così via. Film di denuncia con una stimolante messa in corto circuito dei vari livelli del fenomeno che sembrano scoppiare come in un trip da acido per poi ricomporsi all'interno di una solida unità di ispirazione. Buon lavoro, con un ottimo cast, ma con un eccessivo compiacimento della raffinatezza tecnica e visiva (bella la fotografia a tonalità dominanti, stucchevole lo stile 'mosso').
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 24/10/10 17:55 - 5737 commenti

Buon film hollywoodiano di inizio Millennio, che tiene in equilibrio il realismo sociale, espresso dai devastanti effetti della compravendita di droga su larga scala, e l’esigenza di una facile fruibilità da parte del grande pubblico, soddisfatta mantenendo ritmo e dialoghi serrati per tutti i 140 minuti. Soderbergh predilige le storie corali, costruite intrecciando singoli segmenti, e opta per una fotografia ambiziosa, con i colori che mutano a seconda di luoghi e persone. Nell’ampio e ben governato cast troneggia istrionico Milian, nel ruolo dell’eccentrico generale doppiogiochista.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 27/9/08 14:39 - 1495 commenti

Storie di droga al confine tra Messico e USA. Soderbergh mette molta carne al fuoco e scivola in almeno un paio di occasioni (Douglas con la figlia tossica), ma riesce a descrivere con attenzione i suoi personaggi e - soprattutto - a regalare qualche emozione al suo pubblico. Forse il film sembra più bello di quanto sia in realtà grazie alla confezione (montaggio svelto, fotografia ricercata e con stili diversi, cast delle grandi occasioni), ma è comunque da vedere, senza dubbio.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 27/12/07 18:44 - 6596 commenti

Discreto film, forse il migliore del regista, in cui Sodebergh riesce con grande disinvoltura ad intrecciare tra loro varie storie che hanno come denominatore comune la droga. Proprio per questo motivo risulta un film molto godibile che si lascia guardare fino in fondo. Tuttavia come spesso mi accade guardando i film di questo regista ho sempre l’impressione che le scelte stilistiche (vedi l’uso di filtri fotografici di colore diverso per narrare ogni storia) siano fini a se stessi e che la sostanza sia davvero poca.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 24/7/13 13:09 - 6986 commenti

Vicende incrociate, a cavallo fra Usa e Messico, di varie persone che, per lavoro, malaffare o vizio hanno a che fare con il traffico della droga. Uno di quei film con cui periodicamente S. prova a accreditarsi come autore, senza peraltro convincere gli scettici. Gli incroci sono ben realizzati ma sceneggiatura e dialoghi sono poco incisivi e, se alcuni personaggi riescono ad emergere dal generale piattume, ciò si deve soprattutto alle prove di interpreti come il sofferto Benicio Del Toro, il testardo Guzman, il sorprendente Milian.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 2/4/09 12:08 - 3378 commenti

Film interessante ma non esaltante, complice anche la durata eccessiva. Parte come un tipico poliziesco ma si sviluppa in maniera più articolata e filosofeggiante, aprendo uno spaccato sul consumo delle droghe e dando modo a Soderbergh di divertirsi (un po' troppo) con certi virtuosismi di ripresa. Pessimismo di fondo. Oscar meritato per Del Toro, Douglas in un ruolo più sofferto e meno attivo del solito, Milian dal look incredibile, Guzman efficace.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Cangaceiro 2/2/09 19:49 - 982 commenti

Nonostante un grande dispiego di mezzi, un cast di lusso e un minutaggio fiume non mi ha convinto a pieno. L'unico messaggio concreto (veicolato dalla vicenda di Douglas) è che non si può avere la presunzione di cambiare il mondo se non si comanda nemmeno in casa propria. Per il resto le solite storie di poliziotti corrotti, processi con pentiti a deporre e via dicendo. I vari episodi poi sono freddamente separati a parte il fugace incontro tra Douglas e Milian, che istrioneggia come ai bei tempi. Si rivede anche Steven Bauer. Pioggia di Oscar immeritata.
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Stubby 27/2/07 17:45 - 1147 commenti

Con un cast così deve per forza essere un capolavoro! Sbagliato: è uno dei film più lenti e noiosi a cui abbia mai assistito. Son sincero: ho capito molto poco delle intenzioni del regista, e nonostante abbia cercato con tutte le mie forze di prestare la massima attenzione, man mano che il film proseguiva non riuscivo a distogliere lo sguardo dall'orologio e mi chiedevo se il film sarebbe durato ancora molto. Per me è inguardabile.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Patrick78 6/2/09 9:22 - 357 commenti

Autentico fenomeno alla serata degli Oscar 2001, a guardare bene risulta un film artificioso e per nulla coinvolgente. Storie di spaccio e consumo di droga parallele raccontate in stile "altmaniano" non bastano a rendere questo lungmetraggio un capolavoro indimenticabile. Il cast di star recita in modo convincente, ma è la struttura del film a lasciare perplessi in più di un'occasione. Si presume che le lodi sperticate siano dovute al tema trattato piuttosto che ai reali meriti del film, che sono davvero pochini. In definitiva troppo documentaristico.
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Saintgifts 28/3/12 18:41 - 4099 commenti

La violenza insita in questo film è tanta, ma non è mai mostrata in modo da sconvolgere lo spettatore, non ce n'è bisogno. È sufficiente lo sguardo e il comportamento della figlia sedicenne e già bruciata, del giudice, a fare abbastanza (molto) male. La costruzione del film e le scelte fotografiche e i virtuosismi della mdp forse non erano necessari, ma servono a dare un carattere al film, un carattere che il regista ha voluto dare e che a me francamente non è dispiaciuto. Le interpretazioni sono notevoli.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 22/7/12 22:51 - 3153 commenti

Il traffico della droga è il fulcro di questa pellicola, che si snoda tra Usa e Messico narrando varie vicende. Ritmo rarefatto, a volte quasi documentaristico, ma denuncia affidabile nonostante il regista si autocompiaccia sovente. Cast magniloquente di alto livello.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Pinhead80 28/8/15 11:33 - 2969 commenti

Storie di malavita al confine Usa-Messico. Comune denominatore: la droga. Attorno a essa ruotano le tre storie raccontate che si vanno a sfiorare l'una con l'altra. Nessuna possibilità di redenzione e ognuno a suo modo schiavo del vizio e del denaro. Soderbergh ci presenta una realtà sociale squilibrata e insostenibile dove è la dipendenza a muovere le pedine del gioco in maniera incondizionata. Alcune scelte registiche sono stucchevoli, ma efficaci.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Belfagor 6/9/11 23:56 - 2531 commenti

L'intreccio di tre vicende unite dall'obbiettivo della droga è la base su cui Soderbergh costruisce un film massiccio, carico di stacchi e virtuosismi registici. La cosa in certi momenti risulta avvincente, in altri invece ha un effetto diametralmente opposto: stressa la narrazione e non aiuta a collegare fra loro i diversi episodi. Alla fine il film risulta ambizioso ma disomogeneo e gli accenni di critica sociale non vengono sviluppati in pieno. Valide, comunque, le prove del cast.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Piero68 19/4/10 16:22 - 2291 commenti

Film in perfetto stile Soderbergh: anche senza action riesce a mantenere ritmo e dinamismo grazie ai dialoghi e al montaggio. Trama complessa con tre storie diverse e vari sottolivelli che si incrociano. Per semplificare la storia allo spettatore il regista si inventa i filtri colorati didascalici. All'inizio può sembrare una buona idea, ma alla fine stanca e non poco. Anche perché così ne fa le spese la fotografia, che con i filtri, soprattuto quello ocra, perde molto della sua forza. Godibile a tratti. Ma da un cast così ci si aspetta di più.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Il ferrini 3/6/16 23:45 - 1110 commenti

Una buona sceneggiatura, con varie vicende che si incrociano, fotografata in modo eccellente (soprattutto le polverose scene messicane). Il cast è a dir poco stellare e quindi anche la recitazione è di altissimo livello; spicca soprattutto Del Toro (Oscar, BAFTA e Globe per lui). Alcuni dialoghi non sono proprio all'altezza, vedi le tremende barzellette di Guzman e a volte il ritmo scende un po' (due ore e mezza sono tante), ma nell'insieme è un film gradevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cheadle: "La mia prima volta è stata su una spiaggia". Guzman: "Che bello. Lui ti ha trattato bene?".
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Almicione 2/9/17 1:00 - 765 commenti

Consumatori, venditori e polizia in un intreccio di vite nel traffico di droga verso gli US. Uno di quei film che abbraccia le storie di molti, ricchi, poveri e poveri divenuti ricchi e lo fa con uno stile quasi da serie TV poliziesca. Le tinte molto forti e le originali riprese effettuate da Soderbergh rappresentano probabilmente quello che più si può godere dell'opera, invitando l'occhio a gustarle purché senza abusi. Molto apprezzata anche la performance di Douglas nonché l'assenza di una retorica o scivolate di ogni tipo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La "fine" del processo.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Vito 4/3/17 6:46 - 474 commenti

Tre storie sul traffico di droga tra Massico e Usa che si intrecciano tra loro. Ottima la regia di Soderbergh che non fa pesare la lunga durata e perfetti anche sceneggiatura, montaggio, oltre naturalmente alla splendida fotografia dal forte significato simbolico che cambia a seconda dell'ambiente. Grande cast.
I gusti di Vito (Fantastico - Horror - Western)

Thedude94 4/11/16 0:22 - 230 commenti

Il "traffico" di droga che coinvolge le quattro storie dovrebbe influire sulle vite dei soggetti protagonisti; dovrebbe, appunto. Questa cosa non appare chiara nella rappresentazione del film: i colori virati sono troppo scialbi; quasi tutti i protagonisti sono alla ricerca di un qualcosa che non si capisce bene cosa sia e sono quasi tutti mal interpretati (si salvano un po' Don Cheadle e Benicio Del Toro); la regia a un certo punto ti fa girare la testa e non ti coinvolge. Il giudizio è abbastanza negativo, anche forse per l'eccessiva durata.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Tomslick 8/8/09 13:06 - 205 commenti

Film che tratta una delle eterne guerre che per sempre combatterà l'uomo: quella alla droga. Fra virtuosismi vari di Soderbergh alla regia (alcuni fini a se stessi e molti invece pregevoli), ottime interpretazioni (Del Toro è un fenomeno vero, la Zeta-Jones oltre che bella è anche davvero brava), tre storie distinte (che nel mentre si sfiorano e sottilmente s'intrecciano) come minimo passabili, alla fine anche qui il risultato è quello: i buoni vinceranno pure qualche battaglia, ma i cattivi hanno vinto la guerra da un pezzo. Molto ben fatto.
I gusti di Tomslick (Azione - Drammatico - Fantascienza)