Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• SHARKNADO: THE 4TH AWAKENS

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/9/16 DAL BENEMERITO AZEL POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/10/16
Erano cinque anni che non si formava uno sharknado, ci dicono nel film, ma la verità è che ormai la Asylum ci propina i suoi sequel con cadenze di molto inferiori; d'altra parte come dargli torto? E' la loro saga di punta... Per cui riecco Ian Ziering alle prese coi twister più demenziali del mondo, che per l'occasione diventano nell'ordine sabbianado, roccianado, fulminenado, lavanado, muccanado e addirittura nuclearnado (quando ci finisce in mezzo una centrale atomica)! Non c'è limite alla follia degli autori, che però questa volta si limitano a variare la natura dei loro turbini senza trovare una storia che un minimo regga. Non basta allargare la famiglia coinvolgendo i padri di lui (Hasselhoff) e di lei (Busey), far ritornare lei nei panni di un robot con poteri da supereroina che si scatenano nel finale alle cascate del Niagara, per poter stupire. Il film è ancora più di prima un guazzabuglio difficilmente digeribile affollato da una computergrafica ossessiva che sommerge tutto plastificando ogni scena; e naturalmente non è facile inventare ancora nuove trovate per rendere accattivanti le piogge di squali vivi che si abbattono sulle città. Tanto che stavolta gli effetti legati ai poveri predatori del mare sradicati dal loro elemento naturale sono meno centrali. Come vuole la tradizione, profluvio di citazioni: da TWISTER a BAYWATCH fino ad arrivare addirittura al MAGO DI OZ (eh già, com'era possibile trascurare un riferimento ai tornado così vivido, nella mente del cinefilo?). Ziering ormai recita la parte col pilota automatico (e non sfigura), la rediviva Tara Reid si aggira un tuta nera attillata per far risaltare le forme ancora perfette del suo fisico, Hassellhoff conferma la predilezione per le parodie meno ricercate e supera un Busey incartapecorito nel suo ruolo di scienziato pazzo di passaggio; gli altri fanno da tappezzeria e proprio non brillano. A divertire forse solo i due presentatori televisivi che sciorinano una lunga teoria di tornadi dai nomi più improbabili; il resto sono esagerazioni senza capo né coda, e lo si capisce fin da quando Ziering e il figlio si ritrovano a Las Vegas al timone di un galeone/giostra in piena tempesta. Colpisce il finale, con squalo grande che al volo mangia squalo piccolo, ma sono ideuzze di un attimo in un mare di sciocchezze male assemblate.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Il ferrini 19/10/17 1:33 - 982 commenti

Tara Reid, che pareva morire alla fine del terzo capitolo, torna più agguerrita che mai e -udite udite - in versione "bionica", Hasseloff che sembrava spacciato sulla luna riesce a rientrare. Insomma, il quadro familiare si ricompone, con Ziering chiaramente al comando e stavolta ci sono da fronteggiare sabbianado, roccianado, fulminado, muccanado e perfino nukenado. La vena creativa degli sceneggiatori pare inesauribile, peccato che la realizzazione di queste idee sia men che mediocre. Si sorride.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Azel 16/9/16 9:24 - 25 commenti

E siamo al quarto film, realizzato mettendo insieme qualche idea qua e là, come i riferimenti a Star Wars (il gioco di parole del titolo fa rabbrividire) e nuovi tornado di composizione variabile (massi, petrolio, fuoco, fulmini?). Tornano personaggi che avrebbero fatto meglio a sparire (ma un sondaggio ha decretato diversamente) e c'è ancora qualche scena divertente, nella cialtroneria generale e nel senso di stanchezza opprimente. Comincio a chiedermi quando la serie finirà, a questo punto. Prossimamente Sharknado 5: Basta grazie!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ecco! Un negozio di motoseghe!".
I gusti di Azel (Animazione - Comico - Horror)