Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LIBERAMI

All'interno del forum, per questo film:
Liberami
Dati:Anno: 2016Genere: documentario (colore)
Regia:Federica Di Giacomo
Cast:Padre Cataldo
Note:Presentato alla LXXIII Mostra d'arte cinematografica di Venezia nella sezione Orizzonti 73. Vincitore del premio per il miglior film nella suddetta sezione.
Visite:192
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/9/16 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Cotola, Rebis
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Kinodrop


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 12/9/16 22:22 - 6606 commenti

Documentario sugli esorcismi compiuti in Sicilia da Padre Cataldo e dai suoi aiutanti. Interessante ma soprattutto inquietante da un punto di vista socio-antropologico: si resta basiti che in pieno XXI secolo possano succedere cose del genere. Eppure è così. Novanta minuti in cui non ci si annoia mai: un po' per la bravura della regista e per il buon ritmo impresso alla pellicola, un po' perché l'argomento è molto interessante. Ci sono anche dei momenti involontariamente comici, che sarebbero trash se fossimo dinanzi ad un film di finzione. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'esorcismo per telefono; "Ma quelli sono i peluche che vi regalavano i vostri genitori?" "Sì" "Bisogna bruciarli tutti: soprattutto quelli neri". .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 21/11/16 16:39 - 2065 commenti

La prima sequenza, in un'implacabile inquadratura fissa, mette i brividi: poi diventa chiaro che Federica Di Giacomo non intende catturare la fenomenologia diabolica, ma l'umanità che se n'è appropriata per esprimere un disagio o, peggio, conquistarsi un ruolo nella liturgia cristiana, luogo di catarsi collettiva. Il taglio è antropologico, volto ad alienare il piano della trascendenza: Padre Cataldo, esorcista di professione, svolge un servizio pubblico con i paramenti della religione. Se ne esce esorcizzati, laici, ma con nuove ragioni d'inquietudine, tutte da indagare nel tessuto sociale.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Kinodrop 13/2/18 18:29 - 718 commenti

Una sorta di documentario di taglio antropologico su un fenomeno di inquietante persistenza, quello della pratica esorcistica "legalizzata e organizzata" tra buona fede e superstizioni. Qui viene illustrata l'attività di Padre Cataldo, a cui si rivolgono tantissimi casi di disturbo mentale in sospetto di diabolicità, condotta con una disinvolta professionalità nel trattare e nel respingere gli assalti del maligno. Si resta impressionati e anche sorpresi sulla diffusione di pratiche così arcaiche e di come il consenso sociale oltrepassi la ragione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Qualcuno sembra, qualcuno ci fa; L'esorcismo al cellulare; L'involontaria comicità delle sedute; Il corso "di aggiornamento" per esorcisti.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)