Cerca per genere
Attori/registi più presenti

HELLO, MY NAME IS DORIS

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/8/16 DAL BENEMERITO PIGRO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Pigro
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Daniela, Kinodrop


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 27/8/16 10:58 - 6793 commenti

La matura impiegata bruttina che si innamora del bel giovane aitante può far divertire, e molto, ma fa anche molta tenerezza, soprattutto se a interpretarla e a darle un rilievo comico-drammatico è l’eccellente Sally Field. La commedia riesce a rimanere in equilibrio su un livello agrodolce, anche se ovviamente spinge maggiormente il pedale sul riso. La sceneggiatura piuttosto elementare si combina con una regia diligente anche se senza particolari voli. Ma il vero motore è l’attrice principale che dà spessore al nulla e levità alla tragedia.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Daniela 5/2/18 14:32 - 6825 commenti

Rimasta sola dopo la morte della madre, una timida impiegata ultrasessantenne mette in atto una serie di strategie per conquistare un collega molto più giovane... Commedia senza troppe pretese che si propone di divertire mostrando un'anziana alle prese con una cotta adolescenziale: se il risultato può dirsi almeno parzialmente raggiunto, lo si deve alla verve con cui Field si cala nei panni di Doris, una stramba protagonista con la quale si finisce per empatizzare per la tenacia con cui persegue l'improbabile obiettivo forzando il proprio carattere schivo. Simpatico anche il finale aperto.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Kinodrop 30/3/17 23:40 - 652 commenti

Doris conduce una vita grigia e monotona tra una casa strapiena di ricordi e cianfrusaglie e l'ufficio dove l'incontro con un impiegato giovane e piacione sembra destinato a dare una svolta alla sua vita sentimentale. Commedia che ruota sul gap generazionale, con fughe in avanti e illusioni e in mezzo lo strapotere dei social, che incrementano il divario tra reale e possibile. Trama dal piglio leggero ma non superficiale, che trova in Sally Field una duttile e sensibile interprete. Simpatico e brillante anche Greenfield, ingenuo ma non troppo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Doris al concerto dei Baby Goya; Il distacco dal passato e il trasloco.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)