Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL BUONO, IL BRUTTO E IL MORTO

All'interno del forum, per questo film:
Il buono, il brutto e il morto
Titolo originale:4Got10
Dati:Anno: 2015Genere: action (colore)
Regia:Timothy Woodward Jr.
Cast:Johnny Messner, Dolph Lundgren, Danny Trejo, Vivica A. Fox, Michael Paré, Natassia Malthe, John Laughlin, Angell Conwell, Michael John Long Jr., Klement Tinaj, Chris Jai Alex, Erin O'Brien, Jon Foo, Jayde Rossi, Leonel Claude
Note:Aka "Il buono, il brutto, il morto", "The good the bad and the dead", "4 Got 10".
Visite:196
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/7/16 DAL DAVINOTTI
Debole tarantinata vecchio stile, pulp come si usava un tempo, che recupera tre celebri volti della serie B (Lundgren, Parè e Trejo) per affiancargli il vero protagonista (Messner) e cucir loro addosso una tipica vicenda di poliziotti corrotti e narcotrafficanti. Tutto comincia con una strage già avvenuta: a terra, in un grande parcheggio nel deserto, i cadaveri di una decina di fuorilegge. A ritrovarli sono uno sceriffo (Parè) e il suo giovane vice; il primo, davanti a tutti quei soldi senza più un padrone, propone al secondo di non dire niente a nessuno e di tenerli per loro. Quello non accetta e lo sceriffo l'ammazza, senza avvedersi però che uno dei supposti cadaveri intorno (Messner) è ancora vivo e gli spara, prima di fuggirsene coi soldi. Lo sceriffo non muore, ma si sveglia in ospedale di fronte a un pezzo grosso della DEA (Lundgren), che vuole sapere come stiano le cose. Si scopre che il boss della droga Mateo Perez (Trejo), l'uomo a cui apparteneva il malloppo derubato, è pure il padre del vicesceriffo ucciso e a sua volta vuole fare chiarezza; per questo incautamente si allea proprio con lo sceriffo, che ovviamente non immagina sia pure l'assassino! Un buon intreccio che il soggetto aveva predisposto con discreta inventiva, riuscendo anche a districarsi bene tra i colpi di scena e un bel finale chiarificatore che qualche soddisfazione la regala. A sprecare goffamente lo script (e una sceneggiatura accettabile) ci pensa Timothy Woodward jr., che dirige davvero male e lascia che una colonna sonora western-metal (probabilmente motivo ispiratore del titolo "alternativo" assieme al clima generale) invada troppi spazi e debordi rendendo a tratti insopportabilmente rumorose le scene. Lundgren con occhiale da vista e look serioso non convince granché, Trejo rifà ancora una volta il personaggio che gli ha dato la notorietà (squarta pure un tizio col machete come ovvio omaggio), Vivica Fox è un petulante pezzo grosso in centrale mentre Parè, con orecchio maciullato e in fuga dall'ospedale dov'era ricoverato, è forse il personaggio più in parte e anche il più importante, assieme al Brian di Messner. Quest'ultimo, che durante la sparatoria iniziale ha perso la memoria, incontra persone che gliela fanno lentamente riaffiorare in attesa di arrivare a ricordare tutta la verità, nient'altro che la verità. La regia vuol strafare ma ottiene solo di rendere faticosa la visione, penalizzata oltretutto da una brutta fotografia e costruita visivamente seguendo senza grazia schemi precostituiti, che prevedono pure ralenti gratuiti ed effetti speciali ridicoli legati alle esplosioni dei colpi d'arma da fuoco. L'uomo senza memoria alla ricerca del suo passato è comunque un luogo comune non da poco e si aggiunge a scene talvolta imbarazzanti per quanto sembran sciocche. Se non altro non è sempre facile capire chi sarà il prossimo a crepare e, se la regia non fosse così piatta, spettacolare nel senso più rozzo del termine, la storia permetterebbe pure di divertirsi...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Rambo90 2/9/16 22:29 - 5095 commenti

Sceneggiatura non male ma ritmo troppo lento, per un DTV comunque più decente della media. Più che un action classico il regista sembra voler confezionare un western moderno, con una spruzzata di tamarragine alla Rodriguez e musiche messicaneggianti. Nella prima parte funziona anche benino, poi però scade con il subentrare di sparatorie brutte e appesantite dai troppi ralenti. Cast ricco di star della serie B: Lundgren insolitamente pacato, Messner anti-carisma, Parè e Trejo quelli più a loro agio, pleonastica la Fox. Mediocre.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Taxius 28/11/17 20:08 - 871 commenti

Action thriller di stampo televisivo men che mediocre, con un Dolph Lundgren stranamente tranquillo e un Danny Trejo per nulla divertente. Cast e locandina lasciano intuire il livello del film; se poi si aggiunge il fatto che è di una noia mortale... Le poche sparatorie sono da film di serie Z, così come la regia. Migliora verso la fine, ma è troppo poco. Da evitare.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Alex1988 27/12/17 18:08 - 353 commenti

L'inizio stile Non è un paese per vecchi poteva promettere bene. Invece più si va avanti nella storia, più ci si accorge di trovarsi di fronte all'ennesima "trashata". Il titolo italiano è del tutto fuorviante; comunque, anche qui, i protagonisti "giocano" a fregarsi l'uno con l'altro, ma l'idea di partenza è del tutto diversa dal capolavoro leoniano. Chi non l'avesse ancora visto può perderselo tranquillamente.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)