Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GLI OCCHI DEL MISTERO

All'interno del forum, per questo film:
Gli occhi del mistero
Titolo originale:Zwart water
Dati:Anno: 2010Genere: horror (colore)
Regia:Elbert van Strien
Cast:Hadewych Minis, Barry Atsma, Isabelle Stokkel, Charlotte Arnoldy, Steven Boen, Warre Borgmans, Philippe Colpaert, Els Dottermans, Marc Lauwrys, Viviane de Muynck, Bart Slegers, Lisa Smit, Tibo Vandenborre
Note:Arrivato da noi solo nel 2014, in versione uncut.
Visite:444
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/4/16 DAL BENEMERITO RUBER

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Ruber
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Daniela


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 19/12/17 12:17 - 6746 commenti

Alla morte della nonna materna mai conosciuta, una bimba si trasferisce con i genitori nella sua grande villa ricevuta in ereditÓ, dove incontra una "compagna di giochi" particolare... Horror che amalgama con una certa eleganza varie suggestioni, dalla casa maledetta alla possessione infantile, dal peso del passato alle cattive madri, con una prevalenza del sovrannaturale poi ribaltata nell'epilogo, ingegnoso ma anche piuttosto forzato. Inquietante il visetto serio della bimba, mentre la madre somiglia molto per fissitÓ dello sguardo e linea della bocca a Noomi Rapace.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il colloquio di lavoro, con il momento imbarazzante in cui viene negata l'esistenza di figli, in quanto condizione per ottenere il posto.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ruber 2/4/16 19:18 - 628 commenti

E' certamente il miglior horror che abbia visto negli ultimi dieci anni. Una piccola produzione olandese con un cast di attori locali sconosciuti, per cui il regista Strien scrive e dirige una sceneggiatura che si muove tra presenze e ombre che nella nuova (o vecchia...) casa di campagna si manifestano agli occhi di una bambina coinvolgendo lentamente tutta la famiglia; ma Ŕ una presenza che confonde chi guarda e che solo alla fine si "schiarirÓ". Funziona tutto, il film Ŕ forte di una suspence e di un'intensitÓ tali come non si vedeva da tempo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La bravura della bambina che inquieta non poco lo spettatore; La lucida follia che usa la presenza per arrivare al suo fine.
I gusti di Ruber (Comico - Commedia - Drammatico)