Cerca per genere
Attori/registi più presenti

KUNG FU PANDA 3

All'interno del forum, per questo film:
Kung Fu Panda 3
Titolo originale:Kung Fu Panda 3
Dati:Anno: 2016Genere: animazione (colore)
Regia:Alessandro Carloni, Jennifer Yuh
Cast:(animazione)
Note:Aka "Kung-Fu Panda 3".
Visite:137
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/3/16 DAL BENEMERITO 124C

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 22/8/16 5:56 - 9792 commenti

Simpatico personaggio quello del panda Po, in arte dragone, improbabile cultore del Kung fu. Peccato che sia stato sfruttato oltre misura e che arrivi alla terza pellicola ormai "esausto". Gli sceneggiatori introducono la figura del padre naturale (con il tema della doppia genitorialità) e quella di un insidioso nemico, ma la storia è nel complesso anemica, dilatata all'eccesso e con gag poco divertenti. Infine a chi lo vede in italiano tocca subire il pessimo doppiaggio del "faccio tanto ma nulla bene" Fabio Volo. Evitabile.  
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 18/3/16 16:37 - 3951 commenti

Ed ecco la riunione di pandafamiglia, che in linea di massima si poteva anche evitare. Latitano le idee; e con loro un cattivo all'altezza (questo "cornutone" dal regno dei morti non è degno neanche di lustrare le piume al pavone psicotico e rancoroso del precedente episodio). Il protagonista è sempre piuttosto simpatico, ma ormai si ripete, continuando inevitabilmente a recitare la parte del sempliciotto dagli incredibili poteri nascosti sotto quintalate di grasso ricoperto da morbida e pandosa peluria. Visivamente apprezzabile, ma dei tre è decisamente il meno interessante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Non sparire in una nuvola di petali! Mai più!".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

124c 14/3/16 16:06 - 2482 commenti

Arrivato al terzo capitolo, Po riabbraccia il suo vero padre che lo porta nel villaggio dei panda assieme al signor Ling, il padre adottivo. Dopo un secondo capitolo drammatico, qui si torna a ridere, anche troppo, perché Po è moltiplicato per un intero villaggio di paciosi panda. Certo, c'è commozione, ma è troppo stemperata dalle gag. Po dovrebbe insegnare il kung fu ai panda per combattere contro il nemico di turno, ma lo fa come se fosse un "piano ben riuscito" dell'A-team. Solo un medio cine-episodio di Kung fu panda mitiche avventure.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Fabbiu 30/11/16 15:30 - 1797 commenti

Terzo capitolo, non brillante come i precedenti (in particolare il primo) ma ugualmente piacevole. L'animazione di buona fattura è divertente quando è rappresentata in diversi stili (i flashback a esempio, come antiche rappresentazioni cinesi). La sceneggiatura, nonostante introduca la parentesi non indifferente del vero padre (di riflesso il tema dei due padri) e tratti il tema dell'uguaglianza è forse troppo semplice, non prevede particolari gag. Compensa comunque lo splendido spirito yak cattivo, fatto davvero bene. Simpatico.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Jandileida 29/3/16 18:46 - 969 commenti

Sarà che l'ho visto al cinema e non in dvd (come mi capita spesso con i cartoni), ma devo dire che non mi è dispiaciuto per nulla: storia semplice ma che veicola i soliti bei messaggi (poi tutti quei panda che mangiano dim sum sono stracoccolosi), Po che ormai è entrato nei cuori di tutti noi, lo yak cattivo che sprizza verde cattiveria e un paio di scene (specie quelle del mondo degli spiriti) che lasciano soddisfatti anche i più grandi, così come le solite belle coreografie di lotta. Per essere un terzo della serie regge in maniera formidabile.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Yamagong 9/1/17 0:31 - 274 commenti

Giro di giostra obbligatorio, considerate le premesse gettate dal finale del prequel. La mielosa, ma necessaria reunion familiare si accompagna frattanto a un curioso furto con scippo ai danni di Nietzsche: diventa te stesso, lo slogan del film. E la scrittura si ferma qui: il resto è cosa da manuale accademico, compresi il cliché del cliché del cattivo (Kai), i momenti comici (opachi) e un'efficace frenesia cinestetica in termini di regia. Si chiude un'occhio per complicità, ma arrivare alla fine è una fatica talora non indifferente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutti gli scontri, in particolare quello nel Mondo degli Spiriti.
I gusti di Yamagong (Animazione - Commedia - Drammatico)