Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SPACE MEN - UOMINI SPAZIALI

All'interno del forum, per questo film:
Space men - Uomini spaziali
Dati:Anno: 1960Genere: fantascienza (colore)
Regia:Anthony Daisies (Antonio Margheriti)
Cast:Rick von Nutter, Gaby Farinon, David Montresor, Archie Savage, Alan Dijon, Franco Fantasia, Anita Tedesco, Giuseppe Pollini, Josè Nestor, David Maran
Note:e non "Spacemen uomini spaziali" nè "Space man" o "Spaceman" o "Space-man" o "Space-men".
Visite:615
Il film ricorda:Abbandonati nello spazio (a Undying)
MEDIA UTENTI: GIUDIZIO DI MARCEL M. MJ DAVINOTTI JR: N° COMMENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 14/6/09 19:08 - 3968 commenti

Astronave in prossimità della Terra porta con sè un campo di energia che si rivelerà letale per gli abitanti del Pianeta. Grazie all'intervento di un abile giornalista il pericolo della devastazione verrà scongiurato. Margheriti rinuncia alla spettacolarità per via di un budget modesto, che forse impone pure la scelta del B/N iniziale. Venne publicizzato come "il primo western intergalattico", in realtà il film definisce un approccio psicologico nell'analisi, nonché ipotesi, della condizione umana "non egocentrica" nell'Universo. Anticipa, sotto certi aspetti, Abbandonati nello spazio.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pigro 27/9/11 21:21 - 6240 commenti

Astronauti e un giornalista in soccorso della Terra che sta per essere distrutta da un’astronave in caduta libera. Sorvolando sulle parecchie ingenuità (scientifiche ma soprattutto narrative), e nonostante il ritmo inadeguato, il film riesce a suscitare perlomeno un minimo di curiosità, non foss’altro per l’estrosità degli effetti speciali casalinghi. Insomma, la buona volontà è tanta (anche per le retoriche considerazioni sulla centralità e la dignità dell’uomo), il risultato è quel che è, ma qualche momento intrigante riesce a regalarlo.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 13/6/09 13:18 - 3529 commenti

E' tutto mostruosamente banale. Latitano proprio quelle idee che, per un appassionato di fantascienza, sarebbero sufficienti a far sopportare effetti di rara povertà visiva e persino dialoghi tra il banale e la soap opera (il rapporto lui-lei). Ecco che quindi, inevitabilmente, si materializza la mattonata, la classica pellicola lenta, noiosa, senza particolari guizzi, dove è praticamente impossibile salvare qualcosa, attori compresi. Un plauso va a un astronauta (Re degli imbecilli) che, preso da panico, si lancia fuori dall'astronave sfracellandosi sul pianeta prima dell'astronave stessa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il reporter scambia l'ufficiale (donna), nel laboratorio sull'astronave e alle prese con esperimenti sulle piante, per una fioraia, chiedendo i prezzi.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 9/8/09 8:36 - 4785 commenti

Quantunque percorso da considerazioni filosofico-sociali di un certo rilievo come gli errori dei cervelli elettronici, la perdita di personalità – gli astronauti ridotti a numeri – e il recupero dell’umanità smarrita, il debutto di Margheriti nella fantascienza è penalizzato da una lentezza narrativa generalizzata, effetti speciali che definire naif sarebbe un eufemismo e un’inutile parentesi amorosa. Nullo l’apporto degli attori, tra cui si distingue solo l’autoritario Montresor, efficacemente doppiato da Emilio Cigoli.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 13/8/07 23:29 - 1500 commenti

Un buon film. Il talento di Margheriti nel raccontare una storia alla fine riesce sempre ad emergere, che ci si trovi nello spazio profondo come nella giungla equatoriale, per le strade di una città violenta come nel far west eccetera eccetera... A vederlo oggi, questo Space Men mette davvero tenerezza, non tanto per la pochezza (o meglio, la nullità) degli effetti speciali, quanto proprio per la colossale ingenuità del tutto. Rimane comunque un film che non annoia, e non solo per appassionati di sci-fi, quale del resto io non sono per nulla.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Caesars 19/11/12 10:08 - 2037 commenti

Fantascienza anni '60 made in Italy; ci sono tutti i presupposti per un film realizzato in altissima economia e che oggi appaia datatissimo. Ovviamente tutto ciò viene confermato dalla visione e la pellicola vanta anche una trama che convince pochissimo, ma va dato merito a Margheriti di aver creato effetti speciali quasi dignitosi (per l'epoca, ovviamente) con praticamente nulla a disposizione. Le recitazioni lasciano il tempo che trovano, ma si può apprezzare il sempre ottimo doppiaggio di Cigoli. Con un pizzico di magnanimità **.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Enzus79 3/7/09 9:51 - 1450 commenti

Film di fantascienza italiano di tutto rispetto. Anche se vederlo oggi fa un po' ridere per i suoi effetti speciali e annoiare per le sue solite parentesi amorose, credo che sia tutto sommato vedibile e l'idea non è da buttare. Si è visto di peggio.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 3/7/09 10:08 - 635 commenti

Margheriti, con "Space Men", propone un tipo di fantascienza percorso più da pensieri filosofici che da masse stellari e pianeti sperduti. La domanda che pone il film è: perché l'uomo si spinge oltre se non conosce neanche sè stesso? Anche Lem ispirò con Solaris ad una più attenta riflessione che l'essere umano dovrebbe fare. Comunque il film non è molto lavorato, ovvio che il budget a disposizione non sia alto. Il cast ci prova, ma Margheriti si distingue facilmente da molti altri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Il tuo sguardo vale l'universo".
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)