Cerca per genere
Attori/registi più presenti

PAURA E DELIRIO A LAS VEGAS

All'interno del forum, per questo film:
Paura e delirio a Las Vegas
Titolo originale:Fear and loathing in Las Vegas
Dati:Anno: 1998Genere: drammatico (colore)
Regia:Terry Gilliam
Cast:Johnny Depp, Benicio Del Toro, Tobey Maguire, Christina Ricci, Cameron Diaz, Ellen Barkin, Mark Harmon, Gary Busey, Harry Dean Stanton, Lyle Lovett, Penn Jillette
Visite:2289
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Terry Gilliam è sempre lui. Anzi, con un film del genere la consueta disorganicità dei suoi lavori trova finalmente una giustificazione: poiché l'argomento principale sono le droghe psichedeliche dei Sessanta, che modificano le percezioni dei due protagonisti, come meglio rendere l'atmosfera da interminabile “trip” se non raccontando episodi totalmente slegati, mai necessariamente consequenziali? È così che il genio visionario di Gilliam (sempre ammirato in ogni sua opera) può liberarsi senza alcun vincolo: non c’è la sottile indagine patologica del PASTO NUDO cronenbeghiano, né la spensieratezza adolescenziale di TRAINSPOTTING, né tantomeno il solito gioco al massacro di tarantiniana memoria, ma piuttosto la fredda analisi di DRUGSTORE COWBOY. Gilliam affronta il fenomeno delle droghe allucinogene psichedeliche senza voler aggiungere alcuna presa di posizione personale, limitandosi a raccontare, con abuso di virtuosismi registici di alta scuola, il viaggio a Las Vegas di un giornalista (Johnny Depp, irriconoscibile) e del suo “avvocato” (Benicio Del Toro), due trentenni esplosivi, dall'inizio alla fine del film sotto costante effetto di allucinogeni. Chi stupisce subito è Johnny Depp, di una bravura straordinaria, capace di un'aderenza talmente perfetta al suo personaggio da indurre non pochi sospetti. Gilliam inventa scenografie incredibilmente complesse, allucinazioni pazzesche (per una si è servito addirittura di rettili creati dal mago degli f/x Rob Bottin) e dà sfogo allo stesso talento creativo che aveva impreziosito il suo BRAZIL. Ne è uscita un'opera per certi versi unica (pur se apparentemente molto figlia dei Novanta), penalizzata però, una volta di più, da un ritmo inesistente, tanto che il film può apparire davvero interminabile.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 20/1/09 16:55 - 10061 commenti

Tra le opere più "disturbanti" e allucinate del regista Terry Gilliam,è un "on the road" movie lisergico. Il film decisamente visionario appare però realizzato fuori tempo massimo, rappresentando una società e un ambiente ormai decisamente anacronistici e dal valore quasi esclusivamente cronachistico. Bravi i due attori principali. Demodé.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 23/2/07 18:24 - 3991 commenti

Titolo perfetto per un film molto coraggioso. Sembra quasi uno studio “scientifico” sugli effetti delle varie droghe. I protagonisti sono strepitosi (forse Depp vince ai punti su Del Toro). Le segnalazioni si sprecano (La camminata da Oscar dei due ultrafatti, la “medicina”, Del Toro che sbrocca in ascensore, il tappeto che sale su Depp…). Dialoghi schizofrenici doc. Unico neo: dopo un po’ ci si assuefa alla loro follia, perchè sono costantemente alterati. Resta una pellicola unica e notevole.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Renato 1/8/07 22:13 - 1500 commenti

Uno dei migliori film di Gilliam e senz'altro il più divertente. Non ho letto il romanzo di H.S.Thompson che è alla base del film, ma di certo l'adattamento è stato fatto molto bene. Lo strano viaggio (in tutti i sensi) del giornalista Raoul Duke e del suo avvocato Dr.Gonzo è difficile da spiegare a parole (come quasi tutti i film del regista, del resto). Anche prendendola come semplice commedia vale almeno una visione, essendo piena di scene esilaranti grazie anche alle interpretazioni forsennate di Johnny Depp e -soprattutto- Benicio Del Toro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ingresso dei due, strafatti di etere e mescalina, al circo Bazooko.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Daniela 11/6/14 8:47 - 6839 commenti

Las Vegas andata e ritorno per un giornalista e il suo amico avvocato, che si fanno di tutto il fumabile, inghiottibile, aspirabile, sniffabile possibile e anche impossibile... Coloratissimo trip molto (troppo?) anni settanta, che all'inizio sorprende nella sua programmatica follia, ma genera presto assuefazione, risultando ripetitivo, anche se restano impresse certe sequenze che mostrano il talento visionario di Gilliam. Più del volenteroso ma troppo manierato Deep, colpisce il Gonzo allucinato di Del Toro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bar-rettilario, la corsa in jeep avvolti nella polvere .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 24/9/08 12:17 - 2907 commenti

Tra i vari film americani sulla droga sicuramente uno dei più visionari: allucinazioni varie, immagini distorte, attori (Johnny Depp e Benicio Del Toro, entrambi straordinari) perennemente sopra le righe, dialogi spesso senza senso, trama esile e ripetitiva. Il clima è reso perfettamente quindi, ma il film finisce per diventare, proprio per questi motivi, noioso e indigesto. La regia comunque è notevole e la scelta delle canzoni in colonna sonora è ottima.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Matalo! 25/9/08 20:44 - 1326 commenti

Curioso fallimento tutto da vedere. Perso nei suoi giocattoloni Gilliam spesso in questo film tenta di rappresentare iperrealisticamente mostri prodotti dalle droghe che sarebbe stato meglio far intuire. Ma i due protagonisti sono impagabili (un Depp che rinuncia ai capelli e un Del Toro traboccante). Alla fine si resta un po' spaesati e non si sa bene dove il regista abbia voluto parare, ma la scena di Depp al bagno che diventa un puntino nel nero mentre si riflette sulla fine dell'estate dell'amore è un grande esempio di sintesi immagine-concetto

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Questo è ha!".
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

MAOraNza 25/3/08 18:59 - 189 commenti

Lo stile Gilliam si consacra definitivamente con questo pout pourri surreale di allucinazioni dei protagonisti Depp/Del Toro. Come si fa a spiegare un film del genere? Paura e delirio sono gli unici sostantivi adatti a definire questa folle messinscena, una carrellata di immagini quasi montate in maniera casuale, la rappresentazione in immagini del "trip" lisergico. Un film che ridefinisce il significato del genere "on the road" con una doppia interpretazione del "viaggio"... Sopravvalutato e irritante, a tratti persino disgustoso...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Una generazione di storpi permanenti, cercatori falliti, che non hanno mai capito il vecchio, essenziale inganno della cultura dell'acido... ".
I gusti di MAOraNza (Animali assassini - Azione - Horror)

Fabbiu 14/5/07 13:46 - 1806 commenti

Ma come fanno due persone imbottite di etere, mezcalina, vodka, coca e altro a guidare la macchina? L'irreale è troppo denso, nessun collasso ma solo tante infinite allucinazioni. Il film è troppo sopravvalutato, l'affronto al tema-mondo della droga è rappresentato senz'altro in maniera alternativa e originale (fantastici gli effetti visivi, riprese che ruotano e si allungano, Depp bravissimo e molte altre cose buone), ma il peso del film è notevole. Non sempre scorre fluido, a tratti è poco chiaro, a volte ripetitivo... Non ci siamo.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Patrick78 18/1/09 11:07 - 357 commenti

Psichedelico e anfetaminico viaggio di Gilliam. Il problema è che questo viaggio non ha una destinazione ben precisa e dunque in pochi saranno ben disposti ad intraprenderlo. Per carità, bravissimi Depp e Del Toro, però i limiti del film sono enormi e il tutto si limita a visioni da acido e drogucce varie che andrebbero bene per uno studio di ciò che andava per la maggiore negli anni 70. Un lavoro abbastanza inutile che si snoda in una sceneggiatura povera e ripetitiva. Gilliam sa solo proporci i due attori che si drogano, drogano e drogano ancora...
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Nando 13/6/12 16:34 - 3135 commenti

Lo smodato uso di sostanze stupefacenti di ogni risma è alla base di questo pazzo film in cui le stranezze sono costantemente in agguato. I due protagonisti regalano momenti allucinantemente memorabili, ma lo sviluppo narrativo alla fine appare monocorde e si osservano solo situazioni estreme dovute appunto al consumo di droga ed alcool. Straniante.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Belfagor 18/8/14 11:22 - 2515 commenti

Più che un film on the road questo è un trip, fra allucinazioni, caos e distacco dalla realtà. Il talento visionario di Gilliam, unito alle prove dei due protagonisti (Depp camaleonte e un ancor più bravo Del Toro) regala alcune sequenze davvero efficaci, ma nel complesso il film avanza con fatica. Si ha l'impressione di procedere sempre lungo la stessa strada, seguendo un programma (droga, alterazione, distruzione, postumi) facile e ripetitivo. Sarà un cult, ma lo trovo sopravvalutato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bar giurassico; La suite allagata; La cameriera terrorizzata nel bar.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Paulaster 3/12/15 10:18 - 1639 commenti

Gilliam riesce nell’impresa di raccontare un trip di quelli pesanti in modo scanzonato e lasciando i protagonisti senza briglia. Basato sull’assunzione di ogni sostanza assomiglia a un vademecum sugli effetti da dipendente. Momenti esilaranti specie con la mimica di Del Toro e la sua panza prominente, mentre Depp si affida di più a faccette diffidenti. Come ogni sballo ha i suoi momenti di down dovuto anche a una durata che porta a ripetere le situazioni. Qualche aiuto visivo con storpiature facciali e colori vivaci per descrivere lo sballo.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 13/3/11 16:53 - 1551 commenti

Gilliam o lo odio (Brazil) o lo amo. Fondamentalmente questo film è una cavolata, ma il modo in cui viene raccontato da Gilliam, con la sua regia sopraffina, piena di virtuosismi tecnici, splendidamente allucinogena, girato in maniera fortemente sperimentale per rendere al meglio le percezioni alterate dei protagonisti con inquadrature vorticose e stranianti, lo rende un film bellissimo. Anche grazie a due grandi e sballate intepretazioni come quella di Benicio Del Toro e Johnny Depp.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Il Dandi 7/2/18 18:39 - 1225 commenti

La trasposizione in immagini del lisergico "gonzo-journalism" di Hunter S. Thompson paradossalmente è, forse, il più attendibile biopic mai realizzato sull'epoca. Il grottesco (e il comico) che altrove lasciano perplessi qui non inficiano minimamente la credibilità di una condizione di alienazione perenne, al contempo individuale e collettiva: quando la cultura dell'iniziazione percettiva (l'Lsd) incontra quella dell'edonismo sfrenato (Las Vegas) il superamento dei limiti è assicurato. Superba la mimetica interpretazione di Johnny Depp.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "White Rabbit" dei Jefferson Airplane nella vasca da bagno; "Lei è Lucy, dipinge ritratti di Barbara Streisand"; "Questo è... ah!".
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Jandileida 2/8/14 8:52 - 996 commenti

Viaggio al centro del Sogno Americano: quando l'onda della Summer of love s'era inevitabilmente rotta sui duri scogli della realtà, Thompson decideva che Vegas e la mescalina (tra le molte altre) potevano dare un (non) senso al tutto. E il re dell'assurdo Gilliam non poteva esimersi dal tuffarsi con foga in questa nebbia viola tirando fuori dal cilindro un lungo trip fatto di sperimentazioni e sequenze che rimangono impresse nella retina il tutto condito da un retrogusto amaro di occasione persa, di mondo al tramonto. Grandissimi Depp e Del Toro.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Xamini   21/3/10 2:12 - 772 commenti

Senza aver ben chiaro per dove proceda, per quale ragione e se possa arrivare a mostrare questa luce alla fine del tunnel, lo spettatore finisce per adagiarsi sull'allucinazione e prendere l'intero film come una sequenza (apparentemente) interminabile di fotografie. La linea comune è l'allucinazione, perversa, che passa dalle intenzioni del regista alle eccellenti interpretazioni dei due protagonisti (spaziale Depp! Ricci, Maguire e Diaz vagamente maltrattati). Cercargli un significato, allo stesso modo che raccontarlo, è un po' ucciderlo. Va visto.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Nancy 16/7/14 2:58 - 704 commenti

Atmosfere lisergiche che fanno rigirare la trama su se stessa, in un vortice di trip mentali e deliri sintetici, sempre sul lieve confine tra la felicità estrema e il panico assoluto. È un viaggio nella mente e nei suoi istinti più beceri: Las Vegas città artificiale per eccellenza, ideale per provare ogni possibile sostanza artificiale del pianeta. Gilliam non poteva mettersi alla regia di un film più nelle sue corde, alla fine, e il merito gli è stato ampiamente riconosciuto facendo di questo sconclusionato film un cult assoluto. Allucinato.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Elsup 16/9/08 8:29 - 140 commenti

Attraverso gli stati d'animo dei protagonisti, Terry Gilliam cerca di analizzare gli effetti e le cause delle droghe pesanti nella città della droga del gioco. Variopinto e allucinato, il film risulta interessante dal punto di vista visivo, anche se la storia di per se è sconclusionata. Ma d'altronde un film sulla "fattanza" non poteva essere diverso. Molto divertente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Eravamo dalle parti di Barsto ai confini del deserto, quando le droghe iniziarono a fare effetto.
I gusti di Elsup (Musicale - Thriller - Western)

Tommy3793 7/3/12 15:31 - 72 commenti

Divertente, ma anche fantastico ed onirico, proprio come uno di quei trip che ti fai (dicono) se prendi qualche funghetto giusto. Un film sulla droga che, grazie a due interpreti fantastici e a qualche visionario viaggio mentale, riesce nell'intento di stupire e far sorridere. Personaggi fortemente particolari, situazioni assurde e di sfondo Las Vegas: un mix perfetto per creare un cocktail di esplosiva spassosità, follia e delirio. Se poi dietro la telecamera c'è Terry Gilliam e davanti ci sono i pazzeschi Depp e Del Toro, ancora meglio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Come tuo avvocato ti consiglio di noleggiare una decappottabile velocissima e ti servirà della cocaina".
I gusti di Tommy3793 (Azione - Fantascienza - Thriller)

Malkhim 4/12/07 13:25 - 4 commenti

A mio parere il film in realtà altro non è che la trasposizione di uno stato d'animo... quello degli hippy ormai sballati e completamente fuori controllo. Gli anni 60 sono finiti e tutto l'intero movimento che li ha rappresentati è imploso su se stesso... Benicio Del Toro e Johnny Depp non rappresentano altro che due schegge inpazzite, figlie di una realta che non esiste più... Il costante stato di allucinazione dei protagonosti non fa altro che amplificare la sensazione di estraneità degli stessi rispetto al contesto in cui si trovano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Veramente troppe.
I gusti di Malkhim (Fantascienza - Fantastico - Guerra)