Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TUSK

All'interno del forum, per questo film:
Tusk
Titolo originale:Tusk
Dati:Anno: 2014Genere: horror (colore)
Regia:Kevin Smith
Cast:Justin Long, Michael Parks, Haley Joel Osment, Genesis Rodriguez, Guy Lapointe (Johnny Depp), Harley Morenstein, Ralph Garman, Lily-Rose Melody Depp, Harley Quinn Smith, Ralph Garman
Note:Nei titoli di coda non è citato Johnny Depp ma Guy Lapointe, nome del personaggio da lui interpretato nel film. Molti personaggi sono ripresi in "Yoga hosers - Guerriere per sbaglio".
Visite:952
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/3/15 DAL BENEMERITO DANIELA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 10/7/15
Discutendo con un ascoltatore del suo podcast di un'idea assai bizzarra (il dialogo è nei titoli di coda), il regista Kevin Smith decide di trasformarla in film: questo. Un film in cui il protagonista (Long) è proprio il co-conduttore di un podcast di successo deciso ad andare fino in Manitoba (Canada) a scovare l'autore di un video virale di Youtube. ZArrivato lì, tuttavia, scopre che questi è defunto e il rischio di aver fatto un viaggio a vuoto lo spinge a contattare un misterioso signore (Parks) che lo ospita a casa per raccontargli di sue bizzarre avventure passate. Ma siamo in epoca di serial killer che si nascondono dietro l'angolo, e quindi il finire sequestrati a scopo di tortura è ormai l'ipotesi più probabile, in casi simili; e stavolta le intenzioni del losco signore sono persino più folli della norma. Ancora un'idea che poteva reggere per un cortometraggio viene presa e stirata per 90 minuti, col risultato di dover inserire personaggi di dubbio gusto (l'investigatore privato interpretato da un irriconoscibile Johnny Depp) e monologhi verbosissimi che, per quanto ben scritti e correttamentre interpretati, rischiano di annoiare presto il povero spettatore. La mano di Smith (pure sceneggiatore e montatore) si sente ancora nella capacità di scrivere meno banalmente della media (lo si intuisce per esempio negli scambi tra Long e la Rodruiguez), ma non basta spingere sul pedale del grottesco per pensare di uscir bene dalle insidie della monotonia. Il simil-Clouseau di Depp (da noi riconoscibile più dal suo doppiatore che dal volto) è l'ennesimo figlio dello sterile macchiettismo al quale l'attore sembra non riuscire più a sottrarsi, gigione sempre più al limite della sopportazione. Maggiormente interessante la follia cui Parks rende un buon servizio, per quanto figlia di quella tipica dei suoi colleghi alle prese coi centipedi umani; e se non altro il finale decisamente sopra le righe e indirizzato verso un'inedita parodia del genere che mescola utile cinismo a soffocata pietà non lascia indifferenti. Certo bisogna avere una discreta predisposizine alla goliardia, per apprezzare...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 11/6/15 17:26 - 2074 commenti

Facendo tesoro dello stralunato apprendistato comico fatto con Clerks prima e con Dogma poi, Smith arrota lame già sguainate in Red State e riduce all’impotenza stupefattiva con una carrolliana parafrasi del Dottor Moreau riletta da Six con esiti oltremodo originali, dove raccapriccio e grottesco, cifra comica e orrorifica fanno 69 tra l’anodo dell’ottimamente somatizzata e rielaborata lezione di Brooks e il catodo di Mengele riletto da Mou. Si ride dove proprio non si dovrebbe e si freme di disagio dove meno lo si aspetta in un seminario sulle subdole potenzialità del grottesco eretto a cinema.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 9/1/16 19:18 - 6526 commenti

Pur alternando diversi registri tra cui quello comico-grottesco, il film riesce ad intrigare e coinvolgere pienamente lo spettatore già dopo pochi minuti. A partire da quando il protagonista entra nella casa del marianio, si respira un'aria di mistero che cresce sempre di più per poi lasciare il posto all'inquietudine che crescerà sempre di più col procedere del plot. La parte finale è un discreto pugno nello stomaco. Evitabili invece certi flashback che smontano un po' la tensione accumulata. Buon film che forse non tutti gradiranno per le diverse "coloriture" utilizzate.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 19/3/15 10:45 - 6615 commenti

Podcast losangelino in trasferta canadese a caccia di personaggi bizzarri per la sua trasmissione si imbatte in un vecchio marinaio con molte storie da raccontare... Il sonno della ragione produce mostri ma cosa sognano i mostri? Howard Howe, parente stretto del caro Dr. Heiter, ha il sogno di ricreare l'amato compagno perduto e questa volta forse ci riuscirà. Dopo Red State, un altro buon horror per Smith, disturbante ma anche perversamente divertente. Chi ama l'humor nero pece troverà pane (e pesce) per i suoi denti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ti abbiamo portato un regalo...".
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 10/7/15 17:46 - 3303 commenti

Film che vorrebbe toccare picchi di grottesco e spiazzare lo spettatore ma ci riesce solo in parte, causa l'eccessiva verbosità (e l'insipienza di alcuni dialoghi) che a esempio rende urticante tutta la parte iniziale. Si fa fatica a capire ed empatizzare coi personaggi e quello di buono che viene costruito con l'operazione nella villa (qui l'atmosfera funziona) viene poi dissipato con l'arrivo del detective canadese e altre situazioni stucchevoli che forse solo i fan degli attori e chi coglie tutte le inflessioni dialettali possono apprezzare.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Hackett 18/9/17 8:01 - 1456 commenti

Kevin Smith mescola ancora le carte e ci sorprende con un film molto diverso dal suo precedente, ma che contiene sempre gli elementi distintivi del suo cinema. Si parte quasi con una commedia on the road per scivolare ben presto in un horror grottesco e beffardo. Certo la storia è "al limite", ma a tratti ricorda nello stile gli episodi più riusciti di Ai confini della realtà. Gustoso cameo di Depp.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Mco 7/3/17 18:58 - 1854 commenti

Tusk coniuga il vecchio con il nuovo, i racconti leggendari al tepor di camino con le nuove emozioni che offre la rete. Un podcaster di fama si arrampica fino in Manitoba pur di conoscere un folle, ma si imbatte in un altro. Tra credenza popolare e favola nerissima, Smith estremizza le conseguenze dell'egotismo sviscerato e ne crea una nemesi quasi epica con la figura di Howard Howe. Mutazioni e mutamenti, parole e grida, amori e tradimenti. Il tutto coronato da un finale di gran presa emotiva. Un viaggio filmico da intraprendere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La "danza" nella vasca, in memoria dei tempi passati...
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Rambo90 23/8/16 16:29 - 4952 commenti

Smith mette insieme un horror grottesco, che difficilmente potrà piacere a tutti ma che ha almeno due o tre frecce al suo arco, in primis una trama bizzarra e accattivante, ben gestita nella prima metà davvero inquietante e dalla buona atmosfera. Poi il giochino si fa un po' troppo lungo, tra flashback noiosi e un Depp particolarmente insopportabile, per nulla divertente nel suo macchiettismo. Bravi invece gli altri, soprattutto Parks. Disturbante ma purtroppo anche noioso in più punti.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Giùan 5/10/15 11:34 - 2349 commenti

Non fosse per la puerile appendice dei titoli di coda, si sarebbe meritato un più positivo commento. Smith però non si fida dell'intelligenza del proprio spettatore, rinforzando con dozzinale sberleffo cinefilo il messaggio che il suo film (il cinema tutto?) sia una goliardica presa per i fondelli (ma va?!?). Peccato perché l'idea del malato rapporto tra Parks e Long ha una sua disturbante profondità, così come l'assurdità grottesca del contorno (la ricerca del podcaster, il confronto Usa-Canada, Lapointe) è di una necessità che ne fa perdonar la succedaneità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La trasformazione di Long; Lo scontro in piscina tra Long e Parks.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Didda23 6/7/15 15:07 - 1816 commenti

Il vero problema dell'opera di Smith è che c'è un abisso fra l'intento e la realizzazione (in tal senso sono illuminanti le parole del regista sui titoli di coda). Il risultato è un'opera stramba e spiazzante soprattutto per la difficoltà di comprensione del registro: commedia? horror? grottesco? L'empatia rasenta lo zero assoluto e i dialoghi non sono all'altezza delle aspettative. L'atmosfera generale non è poi così male, come le prove attoriali (eccezion fatta per Depp, troppo caricaturale e scontato). Non mi ha entusiasmato, ma ha un non so che di curioso che lo rende interessante.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Pumpkh75 2/8/15 11:50 - 990 commenti

Suvvia, a leggerne la sinossi (vecchietti folli e trichechi?) si teme la fesseria con pochi eguali. La visione lo riscatta e alla grandissima: gustosamente grottesco e ambiguamente disturbante, trastulla con alieni dialoghi Tarantinati e con economiche performance splatter che mi hanno evocato il rampante Henenlotter. Una matrioska di morbosità, allegria, disgusto e quasi quasi commozione: forse Smith ci prende in giro, ma ci scopre lieti di un’ingenua consapevolezza. Da psicanalisi: si finisce con l’adorarlo e non si capisce bene il perché.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Jena 13/8/17 9:46 - 773 commenti

Sconvolgente! Kevin Smith, dopo le demenziali commedie degli anni precedenti, sforna un horror grottesco che fa sorridere (poco) e mette i brividi (tanti), con momenti di vera, allucinata follia. Ci sono Cronenberg e La Mosca 2, Freaks e il Centipede umano con qua e là una spruzzata di Clerks. Incredibile ma è così. Michael Parks al suo massimo, da Oscar nell'interpretazione della vita, ma convincenti anche gli altri attori (c'è pure irriconoscibile Johnny Depp). Pazzesca e indimenticabile la trasformazione di Justin Long in tricheco umano. Allucinante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I racconti di Michael Parks; La creazione del tricheco umano; Il pasto col pesce; La lotta tra i due trichechi umani.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Taxius 9/3/17 11:07 - 757 commenti

Un folle vecchietto si diverte a rapire persone per trasformarle in trichechi. La trama appare fin da subito piuttosto bizzarra e grottesca al punto che ci si aspetta una sciocchezza, ma per fortuna non è così perché Tusk è un film geniale e assolutamente originale che resta impresso nella mente. Inquietante e misterioso, si fa seguire dall'inizio ai titoli di coda lasciandoci a bocca aperta nell'imprevedibile epilogo. Spaventoso e divertente allo stesso tempo. Consigliato.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Viccrowley 5/5/15 0:44 - 643 commenti

Dopo il buon Red state continua il sodalizio tra Smith e Michael Parks con risultati convincenti. Tratto da un podcast reale, il film è un riuscito connubio tra l'horror grottesco, la satira e la commedia condito da una spruzzata di misoginia invero inquietante. Parks incarna nuovamente un personaggio sul baratro della follia e il suo duetto con Long nella misteriosa magione è un esempio di scrittura scintillante e delirante al tempo stesso. Artigianali e ridicoli gli effetti speciali, così creati per dare al tutto un senso ancor più straniante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'operazione chirurgica; L'ottimo finale.
I gusti di Viccrowley (Commedia - Fantascienza - Horror)

Jdelarge 13/12/17 18:57 - 594 commenti

Discreto film che, nonostante un messaggio di fondo piuttosto banale che si esaurisce in una misantropia esagerata nei confronti di un essere umano completamente rimbecillito dalla modernità, riesce quantomeno a intrattenere grazie a un'ambientazione e ad alcune battute ben congegnate. La regia, in ogni caso, sembra più interessata a prendersi gioco dello spettatore che a conferire personalità al film. Trascurabile.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Mtine 20/4/15 15:35 - 200 commenti

Da un'idea neanche troppo originale (Cronenberg ci ha fondato una carriera) un curioso impasto di ingredienti tipici dell'horror puro e del thriller psicologico, mescolati con quelli del grottesco e della commedia nera. Ne esce fuori un film che alterna momenti geniali (l'incontro con Hemingway, l'entrata in scena di Depp) a cadute di stile ridicole e insopportabili (tutti gli ultimi 15 minuti). Si termina la visione profondamente insoddisfatti, nonostante la consapovolezza di aver avuto davanti un film insolito e, a suo modo, piacevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le parole e il tono del regista durante i titoli di coda, quasi a voler chiarire lo spirito reale del film.
I gusti di Mtine (Comico - Giallo - Thriller)