Cerca per genere
Attori/registi più presenti

C'ERA UNA VOLTA A NEW YORK

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/1/14 DAL BENEMERITO REBIS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 19/9/14 5:59 - 9593 commenti

Il primo film in costume di James Gray segnala un’involuzione del suo cinema. Chiaramente debitore per “impalcatura” generale a Leone, Scorsese e Coppola, il regista mantiene la tendenza a parlare di vicende familiari, ma perde la potenza drammatica di alcuni dei suoi film precedenti e sceglie una storia piuttosto povera di spunti, con personaggi poco approfonditi e interessanti. Certamente curata la caratterizzazione ambientale ma alla lunga il racconto è noioso. Buona la prova dei due protagonisti maschili mentre la Cotillard delude.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Cotola 18/4/14 10:56 - 6333 commenti

Gray cala una storia d'altri tempi, in una realtà sociale di cui si mostrano squarci interessanti che illuminano un noto pezzo della storia a stelle e strisce. Ciò che viene detto e mostrato è ben lontano dall'essere originale, ma viene raccontato con un buon piglio e senza annoiare lo spettatore. Quel che resta nella memoria è sicuramente la fotografia: un prodigio che merita da sola, forse, la visione delle pellicola.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 25/1/14 11:47 - 2028 commenti

Lei vuole liberare la sorella dalla quarantena a Ellis Island. Lui la prostituisce in un teatrino di Manhattan. L'altro è un mago, che la ama sinceramente. Il sogno di una vita per James Gray è un melodramma d'altri tempi, trattenuto, pudico, sotteso, che traduce la frustrazione in sospensione, fa dell'impianto sociale la caratura stessa dei personaggi e lascia affiorare il non vissuto dagli sguardi, dal silenzio. Visivamente è un prodigio di illuminotecnica che inabissa lo sguardo nei chiaroscuri della memoria, nel pulviscolo del tempo. Renner sorprendente. Cotillard monotona. Ottimo Phoenix.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Nando 9/2/15 14:28 - 3040 commenti

L'emigrazione di stranieri in terra americana nei primi decenni del ventesimo secolo. Una vicenda melodrammatica in cui le ambientazioni e le scenografie sono ben realizzate nonostante una certa freddezza dello sviluppo narrativo. Appropriati i due protagonisti maschili, mentre la Cotillard appare troppo avulsa dalle vicende. Finale eccessivamente romanzato e poco incline alla verità.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Didda23 19/5/14 10:45 - 1733 commenti

Gray continua imperterrito il suo cammino di analisi delle dinamiche famigliari (presenti in ognuna delle opere passate) dipingendo la tipica storia di immigrazione con problematiche annesse. La sovrastruttura è scintillante, merito di una fotografia (a cura del grandissimo Khondji) che mescola con dovizia i chiaroscuri. La regia è di stampo classico e la direzione degli attori è ammirevole. Phoenix (mostruosamente in parte) si mangia il resto della ciurma, anche se il buon Renner se la cava discretamente. Un filino troppo dilatato, per i miei gusti.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Sonsteak 30/1/14 10:55 - 17 commenti

Un grande melò che prende avvio e si esaurisce a Ellis Island, le porte dell'America. Eva lotta contro tutti e tutto accetta per ottenere per lei e la sorella Magda, continuamente nominata e sempre assente nel film, una possibilità di felicità. Non manca il triangolo amoroso con i due cugini, il mago e il protettore Phoenix, un vero talento nel scegliersi ruoli tormentati in cui sono inscindibili il bene e il male. Bravi gli attori, ma i grandi occhi lacrimosi di Marion Cotillard non bastano a rendere pienamente riuscito il film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il discorso finale di Phoenix dal volto tumefatto, impastato di amore e odio.
I gusti di Sonsteak (Commedia - Documentario - Drammatico)