Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• SHERLOCK HOLMES

All'interno del forum, per questo film:
• Sherlock Holmes
Titolo originale:Sir Arthur Conan Doyle's Sherlock Holmes
Dati:Anno: 2010Genere: avventura (colore)
Regia:Rachel Goldenberg
Cast:Ben Syder, Gareth David-Lloyd, Dominic Keating, Elizabeth Arends, William Huw, Jago North, Dylan Jones
Note:Direct-to-video della Asylum.
Visite:171
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/7/13 DAL BENEMERITO MCO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 23/7/13
In attesa di qualche Aristotele contro L'uomo ragno o altre assurdità tipicamente Asylum accontentiamoci di questo Sherlock Holmes a Jurassic park. La locandina però, che mostra l'investigatore di Baker street vicino al Big Ben e a un T-rex, non dice tutta la verità. Certo, già dalle prime scene un veliero viene distrutto da un enorme mostro marino, e naturalmente il T-rex lo si vede realmente in scena (con effetti speciali meno grotteschi del previsto), ma non è tutto così sgangherato e buttato lì giusto per attirare il pubblico come capita spesso nei film Asylum. E l'insieme, per quanto resti ovviamente improbabile, non ha comunque quel carattere di fantaboiata senz'arte né parte che ci si aspetterebbe. Anzi, la prima mezz'ora (che apre sui bombardamenti nazisti di Londra e ci introduce la storia come un lungo, unico flashback di Watson) è condotta in puro stile Sherlock, con il nostro (Ben Syder) a sfoggiare il suo ben noto intuito mentre cerca di dare una spiegazione alle apparizioni di mostri ripetutamente segnalate a Londra. La fotografia (pur coi limiti ovvi del prodotto straight to video) sfrutta una patina d'antico rozza ma che copre in parte l'artificiosità del tutto, gli scenari convincono e la recitazione complessiva non è così disdicevole (nemmeno nel doppiaggio di casa nostra, che di solito in film simili si fa inaccettabile). Insomma, complice anche una sceneggiatura a tratti dignitosa il film procede discretamente e riesce persino a farsi interessante. Poi invece ecco arrivare derive degne di 007 e spunti alla WILD WILD WEST che rovinano quanto di buono fatto fin lì: parte la baracconata e la narrazione si fa d'improvviso più noiosa e ripetitiva, abbandonando gli agganci a Conan Doyle (citato nel titolo originale, un comicissimo “Sir Arthur Conan Doyle's Sherlock Holmes”) e azzardando una spettacolarizzazione che purtroppo lascia il tempo che trova (anche per i limiti del budget). Peccato, perché si vede come la Asylum abbia curato il prodotto più del solito, sotto ogni punto di vista. Il finale è in calando, col ritorno al Watson sotto le bombe che finisce di narrare a una giovane dattilografa questa misteriosa avventura vissuta a fianco dell'amico Sherlock (storia che, dice, non aveva mai avuto il coraggio di raccontare prima a nessuno)...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Mco 16/7/13 21:48 - 1848 commenti

Avete idea di cosa può capitare mettendo insieme dinosauri, mostri degni dei famosi kaiju japanese e financo dei robot telecomandati contro il duo Holmes-Watson? Ecco, la Asylum vi dà la possibilità di rendervene conto, con un plot che dire assurdo è poco. Si vuole distruggere Londra e Holmes deve arrestarne l'impeto guerriero, affrontando ogni sorta di incidente di percorso. Talmente delirante che può anche divertire in alcuni frangenti, sebbene resti sciocco e indirizzato a: 1) Spettatori svogliati. 2) Inesauribili completisti.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Il Dandi 24/3/17 16:06 - 1162 commenti

Sull'onda dell'immaginario steampunk del più famoso precedente, la Asylm si inventa questo Sherlock Holmes contro i dinosauri. Formalmente impeccabile (scenografie, costumi) eppure sempre difficile da prendere davvero sul serio, anche nelle parti più autenticamente holmesiane prima della baracconata finale. Peccato, perché c'erano i mezzi per un buon gotico e le interpretazioni non concedono nulla al cliché (Ben Syder, passabile, è forse l'unico Holmes della storia a essere più basso di Watson).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il solito fratello cattivo di Sherlock appare sotto la maschera e l'armatura che assomigliano a un propotipo di un robot.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)