Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE GRANDMASTER

All'interno del forum, per questo film:
The grandmaster
Titolo originale:Yi dai zong shi
Dati:Anno: 2013Genere: arti marziali (colore)
Regia:Wong Kar-wai
Cast:Ziyi Zhang, Tony Leung Chiu Wai, Cung Le, Hye-kyo Song, Chen Chang, Siu-Lung Leung, Woo-ping Yuen, Elvis Tsui, Cheung-Yan Yuen, Meng Lo, Julian Cheung, Benshan Zhao, Shun-Yee Yuen, Kuan-Chun Chi, Shun Lau
Visite:587
Il film ricorda: Yip Man (a Redeyes)
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/4/13 DAL BENEMERITO MICKES2

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 3/3/14 15:23 - 9798 commenti

La dicotomia tra estetica e contenuto vede la prima prevalere sul secondo in questo film di Wong Kar-wai. E' apprezzabile la volontà del regista di utilizzare le arti marziali quasi come paravento per una storia di passioni ed erotismo sublimato ma la storia è troppo frammentata e si segue con difficoltà. Immagini splendide e un bellissimo finale, ma il grande film che poteva essere è mancato.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Cotola 1/10/13 0:29 - 6496 commenti

Se è vero che siamo lontani dai capolavori dell’autore, è altrettanto vero che siamo distanti anni luce dalle recenti ignominiose prove. Il film, infatti, è una buona pellicola di intrattenimento che può contare su una forma scintillante e curatissima (ottime le scene di kungfu) e su una storia un po’ ingarbugliata e non del tutto incomprensibile a causa anche delle disavventure produttive che hanno portato a tagli indiscriminati che aumentano l’ellitticità del narrato. Finale con tanto di omaggio a Leone e Morricone. Buono con un po' di generosità.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 29/9/13 0:31 - 2059 commenti

Il destino dei discendenti della scuola di Wing Chun a cavallo del conflitto sino-giapponese. Aggravato da una costruzione narrativa ellittica, reiterata e ridondante, il film è troppo epico per animare il melodramma e troppo estetizzante per sostanziare l'appello storico. La magniloquenza stilistica di Wong sommerge i personaggi come il flusso del Tempo, senza che le travolgenti sequenze di Kung-fu trovino equilibrio nel corpo complessivo (come nello sconcertante epilogo). Scorci di struggente e ieratica bellezza suggeriscono però che è sempre meglio un Wong Kar-wai sbagliato che edulcorato.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 13/2/14 16:45 - 3285 commenti

Una storia complessa dipanata attraverso 40 anni di storia cinese. Nonostante la cura delle inquadrature, la fotografia ricercata e la bravura degli attori non è facile esserne coinvolti e dopo un po' la tentazione è di saltare da un incontro di kungfu all'altro, anche se talvolta gli stessi scontri sono ripetitivi o pacchiani (tipo quel treno in stazione che non finisce mai). Va comunque riconosciuto che in alcune scene sentimentali o primi piani Kar-Wai sa come suscitare intense emozioni, e questo rimane il suo marchio di fabbrica.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Redeyes 23/2/14 18:08 - 1860 commenti

Attraverso 30 e passa anni di Cina, percorrendo il conflitto bellico e l'invasione jap, si snodano gli intrecci delle arti marziali che finiscono per ottenebrare l'amore. Un mondo di onore che la morte glorifica, ma anche 120 minuti di danza e, spesso, filosofia a buon mercato. La pellicola paga una lentezza disarmante, uno slow motion e nella lotta e nel dipanarsi della matassa e una fotografia che tende ad appiattirsi sotto la gravità di una storia fin troppo allungata.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Saintgifts 29/10/13 0:22 - 4099 commenti

C'è un grande sfoggio di tecniche per le immagini e i suoni, che amplificano ed esaltano i movimenti durante gli scontri, preferibilmente sotto la pioggia, sfruttata al ralenti, con i suoi schizzi di acqua e sangue (c'è molto stile occidentale in queste fasi). Per contro grande staticità (notevole la fotografia ricca di primissimi piani) durante le parti di dialogo e sentimentali, che assieme a un montaggio non lineare, nonostante la ripetizione dello scorrere degli anni, rendono non proprio immediata l'assimilazione di tutta la storia.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 26/9/14 2:05 - 3100 commenti

Un'epopea dedicata a un grande maestro di arti marziali realizzata con una pellicola lievemente prolissa. Ottimi combattimenti con riprese di livello ben coadiuvate da immagini eccellenti. L'excursus sentimentale trova il suo spazio e non annoia, anzi. Certo qualche salto temporale di troppo ogni tanto appare.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Didda23 14/7/15 10:35 - 1801 commenti

Un film di una bellezza estetica indicibile sia nelle coreografiche scene di combattimento sia nei momenti più riflessivi, con la macchina da presa che si sofferma su pregnanti primi piani. La storia non prende fino in fondo vuoi per le vicissitudini produttive che ne hanno compromesso il volere del regista, vuoi per dialoghi non del tutto incisivi. Il contorno è abbastanza riuscito, anche se i tre momenti topici sono scontri a colpi di kung-fu. Nel cast svetta il carisma di Tony Leung. Nel complesso un film buono, anche se era lecito chiedere di più a un regista valido come Wong Kar-wai.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il primo combattimento sotto la pioggia: un saggio mostruoso di tecnica registica.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Mickes2 14/4/13 16:32 - 1551 commenti

Partendo della deriva personale del maestro Ip man, Wong narra un affresco estetizzante, tendente all’epica, della storia cinese; 30 anni (’30-’60) che ripercorrono la formazione, le prese di coscienza e gli scontri eroici dei due maestri (Ip man e Gong), la II guerra mondiale e l’invasione giapponese, la lotta tra scuole per l’introduzione degli stili, per l’onore. Tecnica abbacinante ma centralità dei personaggi disegualmente cesellata: la dolente incompiutezza delle cose e lo scorrere rapido e ineluttabile del tempo (primavera-inverno), tema ricorrente dell’autore cinese, soffrono di un montaggio sbilanciato che sbaraglia la sintassi e permette poca empatia.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)