Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ROMAN POLANSKI: A FILM MEMOIR

All'interno del forum, per questo film:
Roman Polanski: a film memoir
Titolo originale:Roman Polanski: a film memoir
Dati:Anno: 2011Genere: documentario (colore)
Regia:Laurent Bouzereau
Cast:Roman Polanski, Sharon Tate
Visite:314
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/5/12 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 8/12/13 8:01 - 10393 commenti

Una bella testimonianza di vita oltre che artistica quella fornita da regista (e attore) Roman Polanski in questo film/intervista che può essere particolarmente apprezzato da chi ha una conoscenza almeno discreta della sua opera. Molto toccante la parte riguardante l'infanzia dell'autore, segnata dal dramma della persecuzione razziale, i cui echi si ritrovano in una delle opere migliori del regista, Il pianista. A film memoir è un'opera sincera dedicata ad una personalità complessa.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Schramm 5/10/15 13:00 - 2094 commenti

Roman scarena non senza difficoltà emotiva la sua dolorosa e stratificata biografia rivelandocela come invisibile sineddoche dell’excursus filmico, e mostrando anche viceversa, quasi che la filmografia sia a un tempo unguento e frappé d’ortica versato su ferite ancora aperte che secernono film: del suo il biocumentario non alza un mignolo per spingere lo spettatore a divaricare la vita dall’opera, peraltro liquidata in buona parte quasi en passant. Resta una radiografia toccante per i fans come per i neofiti, per i quali costituisce altresì un’immancabile occasione di approfondimento.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 26/5/12 1:37 - 6621 commenti

Si parte dall'infanzia del regista per attraversare tutte le altre tappe fondamentali, belle e soprattutto brutte, della sua vita. Splendido ritratto del Polanski uomo, ed indirettamente anche del Polanski regista: denso, intenso, misurato ed onesto. Non scade mai nel patetico: eppure ci sono diversi momenti emozionanti. Ha anche il pregio di affrontare la macchia che ancora oggi pesa sulla coscienza del regista. Il tono è sincero e per nulla agiografico. Essenziale ed imperdibile per tutti i fan del regista.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Caesars 6/3/18 8:57 - 2315 commenti

Bel documentario dedicato alla vita, veramente incredibile, di Roman Polanski. I fatti narrati sono più o meno tutti già conosciuti a chi abbia una certa dimestichezza con la biografia del regista polacco, nondimeno il filmato mantiene un forte interesse per quanto racconta: è incredibile con quanta forza il nostro sia riuscito ad affrontare situazioni veramente terribili: basti pensare all'infanzia nel ghetto o alla tragica fine della moglie Sharon Tate. Non certo innovativo dal punto di vista cinematografico, ma molto interessante.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Lucius  6/11/13 1:03 - 2619 commenti

Un documentario che riesce a incollarti allo schermo e che sa sfruttare come pochi altri il fattore tempo. Ogni secondo è un brandello dell'incredibile vita del genio Polanski e dell'uomo Roman: un'esistenza pregna di avvenimenti terribili e meravigliosi, un'altalenante linea rossa in grado di catapultarti nel teatro della vita. Toccante, strabiliante, emozionante, tragico, autentico (nessun accenno a Carnage); la filmografia ha uno spazio secondario rispetto all'elemento primario: la sua storia. Imperdibile.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Didda23 14/2/13 14:58 - 1913 commenti

Cinematograficamente non è nulla di che trattandosi di una lunga intervista, ma la costruzione narrativa con foto e filmati d'epoca impreziosisce il girato. Ampio spazio alla sofferta infanzia (che sarà fonte di ispirazione per Il pianista) e alla tragedia della moglie Tate. Pare sincero il rimorso per l'incidente pedofilo. Purtroppo poco spazio all'analisi dei capolavori a cavallo tra i sessanta e i settanta. Curioso notare come Polanski si vergogni di Repulsione, considerato dallo stesso una vera e propria "marchetta".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ricordo sul barattolo di cetrioli, presente pure ne Il pianista.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Paulaster 28/7/15 12:48 - 1791 commenti

L’intervista col personaggio pubblico di solito si perde in domande generiche a ripercorrere grossolanamente il percorso artistico, invece con Polanski si traccia un profilo che sfocia nell’emotivo e nei tasselli privati. Notevoli i racconti infantili (che verranno riproposti ne Il pianista) e il parallelismo con le immagini di repertorio e le sue fotografie. Di certo la questione con la minorenne non interessa e magari si poteva invece approfondire il discorso registico, specie con le ultime opere.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)