Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LES PAYS LOIN

All'interno del forum, per questo film:
Les pays loin
Titolo originale:Les pays loin
Dati:Anno: 1965Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Regia:Jean Rollin
Cast:Pascal Fardoulis, Julie, Nadine Ninio, Bernard Papineau, Ben Zimet
Visite:90
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/2/12 DAL BENEMERITO GHOSTSHIP

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Pigro, Ghostship
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Il Gobbo
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Rufus68


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 15/4/13 15:38 - 3003 commenti

Spunto non banale, anche se dopo un buon inizio il corto si perde un po' e arriva col fiatone alla pur ravvicinata scadenza (un quarto d'ora). Il motivo di maggior interesse risiede nel curatore del "décor", Nicolas Devil (nato Deville), figura di spicco della bande dessinée e autore di un capolavoro psichedelico con testi di Rollin, la Saga de Xam pubblicata da Losfeld nel 1967.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 17/9/12 8:29 - 6966 commenti

Lui e lei si aggirano in una città sconosciuta senza poter interagire con i suoi abitanti che parlano altre lingue. Tra l’assurdo e l’onirico, la storia avanza nel suo stallo claustrofobico, scivolando lentamente nel sentimentale: forse la condizione di estraneità è quella che vivono due innamorati, o forse si tratta della condizione esistenziale che ci fa ritrovare in un mondo incomprensibile. Bello l’inizio ansiogeno tra gli strettissimi vicoli di un quartiere decadente; poi ci si assesta sulla ripetizione, scivolando infine nel retorico.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Ghostship 2/2/12 19:59 - 394 commenti

Un ragazzo e una ragazza si trovano in un luogo a loro sconosciuto incapaci di trovare una via d'uscita. La surreale poesia visiva di Rollin ai suoi albori in questo corto che reca già impressi i marchi distintivi del regista francese, tra inquadrature sghembe e personaggi in cerca di se stessi.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Rufus68 10/1/17 21:08 - 1824 commenti

La consueta opera di Rollin, visivamente valida ma inconcludente e velleitaria. Il regista sembra qui anticipare certe atmosfere de La rosa di ferro, anche se il tono è molto più svagato e da Nouvelle Vague. Azzeccate le location (una delle sue doti migliori), ma alla fine ci si chiede sempre: "E allora?"; e stavolta non soccorrono i nudi femminili o le intemperanze surreali a mascherare una certa vacuità.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)