Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NOSFERATU A VENEZIA

All'interno del forum, per questo film:
Nosferatu a Venezia
Dati:Anno: 1988Genere: horror (colore)
Regia:Augusto Caminito
Cast:Klaus Kinski, Barbara De Rossi, Elvire Audray, Christopher Plummer, Yorgo Voyagis, Donald Pleasence, Anne Knecht, Giuseppe Mannajuolo, Clara Colosimo, Maria Cumani Quasimodo, La Chunga, Mickey Knox (n.c.), Pat Starke (n.c.)
Note:Registi non accreditati: Mario Caiano, Luigi Cozzi, Klaus Kinski, Maurizio Lucidi (scene del carnevale)
Visite:3889
Il film ricorda:Paganini (a Jurgen77), Paganini horror (a Jurgen77)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 6/2/07 20:14 - 4062 commenti

Micidiale e grottesco. Frasi incredibili: "Viene a distruggere la precaria pace", "Ciò che può accadere va al di là di ogni immaginazione"pronunciate facendole cadere dall'alto, il che funziona quando tutto ciò che sta attorno è un capolavoro: non è il nostro caso. Incredibili gli incisivi di Kinski. Il momento più tragico è quando Nosferatu vola su Venezia, alla David Copperfield. Barbara De Rossi è bellissima. C'è la Cumani Quasimodo, la cui carrozzella viene spinta da Donald Pleasence: so che è cosa per pochi, ma si tratta di cosa fantastica.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 24/12/09 9:23 - 9798 commenti

Trascinante quando interpreta il celebre vampiro nel film di Herzog quanto inutilmente istrionico e debordante in questa prosecuzione delle vicende di Nosferatu ambientate in laguna. Nonostante il cast prestigioso, questo film delude su tutti i fronti anche perchè segnato da varie traversie produttive. Vicenda sconclusionata e regia impersonale (peraltro passata da più mani) ne fanno un film di cui non si sentiva il bisogno.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Undying 18/7/07 22:05 - 3971 commenti

Inizilmente avrebbe dovuto essere diretto da Maurizio Lucidi, poi Mario Caiano avviò le riprese: nate male (la sceneggiatura arrivava "a pezzi" di giorno in giorno) e proseguite peggio (Kinski ebbe diverse discussioni col regista in merito alla pesantezza del trucco). Alla fine lo stesso produttore Augusto Caminito mise mano alla regia. Ed il film non funziona in nessun senso: né sul versante narrativo, né su quello di "genere", né tantomeno su quello delle interpretazioni, delle quali si ricorda solo il corpo nudo di una acerba Barbara De Rossi. Anemico.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 26/5/12 18:10 - 3953 commenti

Di una lentezza quasi letale; e anche a stupidità siamo messi bene...Sembra una parodia mal riuscita, ma in realtà il film dovrebbe essere serio. Il problema è che risulta un'impresa restare impassibili davanti a dialoghi ultrapuerili, scene mal girate e un Kinski più imbalsamato che mai, persino eccessivamente passivo per un morto...vivente. Gli attori, in generale, sono più ridicoli che altro e assolutamente mal diretti. E se non bastasse la pochezza dell'insieme, il finale è quanto di più insulso ci si potesse aspettare. Vaccata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Alcuni momentoni: mega bastonata della vegliarda con effetto sonoro; "Gran maestro della putredine!!!"; Nosferatu scavalca Plummer come una cacchetta.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 8/10/10 11:05 - 5714 commenti

La gestazione travagliata e i cambi di regia sono causa precipua di un plot informe con dialoghi enfatici e pacchiani cui rispondono, per contro, le suggestive istantanee di una Venezia patrizia e nebbiosa, l'arditezza nel truculento, i pregiati nudi femminili, una certa inventiva nell'aggiornare il mito di Nosferatu (non teme i crocifissi, dorme 24 ore ogni 24 giorni e cerca la morte nell'amplesso con una vergine) e l'interpretazione ferina e allucinata di Kinski, primo attore in un cast di prima grandezza. Le musiche liturgiche di Vangelis-Ceccarelli plagiano la Mater Tenebrarum di Emerson.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 20/7/16 0:41 - 6496 commenti

Tale è la sua cattiva fama, che pensavo persino peggio. E invece se è vero che i dialoghi sono quasi sempre terribili e la storia molto pasticciata (anche a causa delle tante traversie produttive: basti vedere il lungo elenco dei registi), va anche detto che l'ambientazione, a tratti fascinosa, (in questo Venezia aiuta sempre molto ma bisogna anche saperla sfruttare), scenografie e costumi, non sono male ed anzi non sono per nulla tirati via o dozzinali e pacchiani. C'è anche qualche bella inquadratura. Ovvio che con un cast tecnico e attoriale del genere era lecito aspettarsi molto di più.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Caesars 6/2/07 16:26 - 2246 commenti

Un film che fa davvero paura, ma solo per la sua bruttezza! Caminito riesce a trascinare in questa disastrosa operazione attori del calibro di Kinski, Plummer e Pleasence (sicuramente non nuovi a parti in film malriusciti). Incomprensibile come si possano girare film così, che già sulla carta si presentano come clamorosi fiaschi anche al botteghino. Se amate il buon cinema statene alla larga, se invece siete in vena di farvi quattro risate guardatevelo pure (dimenticandolo subito dopo, però).
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 16/11/09 12:48 - 4620 commenti

Pessimo. A causa di molte traversie produttive il film risulta parecchio confuso (soprattutto nel finale), il cast è ottimo (c'e pure la Cumani Quasimodo), ma (giustamente) si impegna poco. Kinski è apprezzabile in certi punti, ma il film è davvero risibile. Bocciato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La morte della Quasimodo.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 6/11/17 15:19 - 2329 commenti

Travagliato e forse anche un po' disgraziato film che riprende (solo negli intenti) il film di Herzog del 1979. L'istrionico Kinski è ancora nei truccatissimi panni di Nosferatu, ovvero la rappresentazione del Male. I ridicoli dialoghi e certe scene (s)cult (il volo a mo’ di Mia moglie è una strega di Kinski su Venezia, i compiaciuti palpeggiamenti del seno delle attrici...) fanno di questa pellicola una specie di epocale trash movie che regalerà più di una risata. Si salvano solo la bella fotografia e le musiche synth di Vangelis.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Herrkinski 14/5/08 15:12 - 3698 commenti

Evitando il paragone con il capolavoro herzoghiano (peraltro impossibile, per ovvi motivi tecnico/artistici), il film mantiene un certo fascino, sicuramente imputabile alla splendida e crepuscolare cornice veneziana (fotografata magnificamente, anche grazie alla lungimiranza di Kinski che volle girare tante scene all'alba) e alle musiche d'atmosfera di Vangelis. Kinski rivisita Nosferatu in un'ottica differente, forse più affine al suo carattere turbolento ma altrettanto poetico; il resto del cast (di una certa qualità) lo asseconda con buon mestiere. Gotico e decadente.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 14/11/09 18:27 - 2239 commenti

Se cercate il seguito di Nosferatu (non esiste) lasciate perdere, questo film è di un altra dimensione rispetto al più famoso Nosferatu con il quale condivide l'attore principale Kinski, il nome (in parte) e basta. Nonostante sia bistrattato e considerato immondizia da diversa critica, dimenticando il film di Herzog potrà anche piacere. Bellissime le musiche di Vangelis, buona prova di Kinski e di Barbara De Rossi (che ci offre un bel nudo integrale).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il prete urlante, Voyagis che spara a Kinski un mega proiettile.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Ghostship 6/7/08 14:09 - 395 commenti

Lavoro travagliatissimo che dà la continua impressione di patire il susseguirsi di troppe mani dietro la telecamera (comprese quelle di Kinski invasato come non mai). Ne esce fuori un film che non ha niente a che fare né con il classico né con il Nosferatu di Herzog. Horror di consumo destinato al grande pubblico, patinato nella confezione ma affascinante nella ricercata fotografia e nel carisma del suo unico ed inimitabile protagonista. Per i fan di Kinski un must.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Enzus79 9/5/12 18:13 - 1534 commenti

Buona la trama dedicata al vampiro Nosferatu, ma il film ha i ritmi troppo bassi e qua e là è anche ripetitivo. Non basta nemmeno il buon Klaus Kinski (sembra stanco), confuso in un cast davvero mediocre (spicca il povero Pleasance). Musiche poco coinvolgenti.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Didda23 9/11/17 10:22 - 1801 commenti

Si avverte sin da subito che l'opera ha subito un travaglio produttivo che ha putroppo inficiato pesantemente sulla buona riuscita finale. Un vero peccato perché Venezia in questo film è malinconica e fotografata benissimo e le scene in laguna hanno un tocco magico non indifferente. Cast di nomi altisonanti ma con prove non certo indimenticabili. I dialoghi sono di una banalità sconcertante e la storia offre quasi unicamente momenti di pura confusione. Potrebbe funzionare come opera d'arte visiva, magari con il sottofondo di un bel disco prog.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Venezia spettrale e decadente; Il volo sulla città; La foga sessuale di Kinski.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Minitina80 19/11/16 8:16 - 1340 commenti

Considerando le vicissitudini che ha avuto in fase di realizzazione è un miracolo che sia arrivato a conclusione. Sul piano puramente narrativo per ovvie ragioni non trova compimento risultando praticamente inconcludente e assomigliando quasi a un esercizio di stile nei numerosi momenti in cui Kinski si dedica alla sua vanità. È un peccato perché i paesaggi lagunari hanno un fascino particolare e il cast non è da buttare via; Kinski all’apice della sua follia aveva il volto perfetto. Un’occasione sprecata su cui resta qualche rimpianto.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Faggi 8/5/17 17:48 - 934 commenti

Horror-fantastico, decadente per ambientazione e vicende produttive. Kinski è allucinato a puntino, sembra ubriaco di se stesso. Trama e sceneggiatura delinquenziali: un'istigazione alla parodia; battute e dialoghi assurdi quando non banali. Regia indecifrabile (per motivi noti), su cui si potrebbe dire molto di distruttivo e poco di elogiativo; se si è ammaliati da certi passaggi, da qualche messa in quadro e dalla riuscita di certe sequenze ci si chiede: qual è la mano dominante e a chi si devono le soluzioni migliori? Kitsch in agguato.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Ronax 1/9/13 2:10 - 652 commenti

Passato distrattamente di mano in mano e finito alla bell'e meglio da Cozzi e Caminito, comprensibilmente desideroso di recuperare qualche spicciolo, si muove costantemente su un doppio binario. Da un lato domina la sceneggiatura squinternata, con il ridicolo che attende al varco dietro l'angolo, come Nosferatu fra calli e campielli. Dall'altro c'è il fascino della malata e decadente atmosfera gotico-veneziana, ben sottolineata dalle musiche stordenti di Vangelis e dal volto disfatto di un Kinski ormai al capolinea. Appetitosa la De Rossi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli ululati dei cani nell'isola maledetta dove Kinski porta la De Rossi e le altre.
I gusti di Ronax (Drammatico - Erotico - Thriller)

Jurgen77 4/12/12 8:11 - 525 commenti

L'idea iniziale non era malvagia. Anche la scenografia e le ambientazioni in una Venezia nebbiosa non sono male. Ma vedere Nosferatu (Kinski) con i capelli in testa, frutto di una chirurgia estetica di non so quale truccatore, è ridicolo! Sempre validi il superbo Donald Pleasence e una Barbara De Rossi come molti maschietti la vorrebero vedere... La trama fa acqua da ogni punto. Si salva veramente poco.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Zardoz35 20/8/11 1:56 - 213 commenti

Un Kinski sul viale del tramonto, in una delle sue ultime interpretazioni, non basta certo a sostenere un film ambizioso solo sulla carta, ma che finisce per rivelarsi un fiasco. Solo le musiche di Vangelis e la fotografia di una Venezia cupa e decadente evitano il disastro totale. La storia è poco verosimile, gli attori, a parte Plummer, non sono all'altezza. C'è anche qualche tocco di erotismo, grazie ad una De Rossi peraltro non troppo in palla. Si tocca il ridicolo quando Kinski vola su Venezia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nosferatu si rifugia in un'isola veneziana popolata solo di cani e di scheletri di appestati.
I gusti di Zardoz35 (Fantascienza - Horror - Thriller)

Quietcrash 11/9/13 17:58 - 83 commenti

Ambientare un Nosferatu a Venezia rende il film più suggestivo. È un film interessante; non lo si può definire un film d'autore ma ha il suo perché. Bellissimo l'utilizzo del colore blu, simbolo di vulnerabilità agli "attacchi" esterni. Kinski magistrale, con il suo volto espressione del male. Da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nosferatu (Kinski): "Che senso ha il tempo per chi non conosce la morte".
I gusti di Quietcrash (Documentario - Fantascienza - Horror)