Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MATRIMONIO A PARIGI

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 16
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/10/11 DAL BENEMERITO MARKUS POI DAVINOTTATO IL GIORNO 22/10/11
Fa uno strano effetto, questo MATRIMONIO A PARIGI. Come se una volta toccato il fondo, proseguendo, si sia potuto raggiungere un nuovo orizzonte della commedia casereccia, che come d'incanto si riallaccia a quella perduta delle produzioni a zero budget d'un tempo con una sceneggiatura di quattro righe affidata all'estro improvvisativo dei comici di turno. La coppia Boldi/Izzo tenta in qualche modo di dare una direzione (che non esiste) alla storia, ma intorno a loro i Ceccherini, le Barbera, gli Enzo Salvi folleggiano a ruota libera senza minimamente tentare di contenersi. Càpita così che Ceccherini, in particolar modo, appaia più delirante del consueto fino al punto di irridere quasi il suo stesso ruolo, rendendosi conto della pochezza generale e lanciandosi in trivialità esagerate che tuttavia hanno l'effetto di apparire sincere e di conseguenza spassose, a differenza di quando in altre occasioni si sforzava di restare nel personaggio. La Barbera, piaccia o non piaccia, conferma una spontaneità che le permette di stravolgere la lingua come d'abitudine senza imbarazzare per la vetustà di certi giochi di parole, Salvi piazza ancora qualche gag coatta d'effetto mettendoci come sempre molto del suo nel salvare ciò che difficilmente è salvabile. E a confermare un clima a tratti quasi surreale ci si mette Paola Minaccioni che, nel ruolo della promessa sposa di Boldi, contribuisce a svicolare dal prevedibile con risposte talvolta spiazzanti e folli in romanaccio spinto. Se ci aggiungiamo la presenza di Rocco Siffredi (sua la battuta migliore, in duetto con Ceccherini davanti alla tour Eiffel) l'effetto da oggetto poco identificato del nostro cinema aumenta. La povertà dell'insieme risalta a più riprese: Boldi e Izzo giocano a fare la versione vacanziera dei Totò e Fabrizi dei TARTASSATI senza convinzione (il primo visibilmente stanco, il secondo alle prese con un personaggio dagli scarsi sbocchi comici), i loro figli intrecciano l'immancabile love-story all'acqua di rose tra modelle e colpi di fulmine giusto per non dimenticarsi che il break giovanilistico non può mancare (con tanto di Diana Del Bufalo direttamente dagli “Amici” della De Filippi); Raffaella Fico vince a mani basse il premio di personaggio più inutile inserito in un film mentre una Parigi cartolinesca fa da sfondo anonimo alle scorribande dei nostri tra party, corse in taxi e gite in battello. Sarebbe stato meglio invece sfruttare di più l'idea di Boldi re delle televendite da tv privata (Tele Lecco), buttata lì un po' come tutta la sceneggiatura, che svela presto l'inconsistenza del plot dando il via alle incursioni a turno dei tanti comprimari. A Boldi toccano gag sempre più imbarazzanti: il cane che lo lecca lì da sotto un tavolo, la maschera di Pinocchio appoggiata a naso in su proprio sulla sua sedia prima che lui arrivi... Nel riciclare trovate davvero improponibili credendo forse siano ancora necessarie per compiacere un certo pubblico, Claudio Risi oltrepassa il cattivo gusto ed entra suo malgrado quasi nella parodia, sortendo effetti impensabili, da anarchia comica pura, chiudendo con un matrimonio inserito tremendamente a forza per giustificare il titolo, prosecuzione di un filone di (relativo) successo.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/2/12 5:56 - 9794 commenti

Ogni commedia con Massimo Boldi ha il raro dono di stupire in negativo, e fare rimpiangere (il che è quanto dire) quella precedente. Questo matrimonio a Parigi, del film (nel senso stretto del termine) non ha quasi nulla; è piuttosto una raccolta di sgangherate esibizioni di un gruppo di "guitti" che si affidano al mestiere per strappare qualche risata al malcapitato che si sia cimentato nell'impresa di assistere alle loro performances. Quasi mai riescono nell'impresa ma è commovente il loro tentativo di provarci. Vaccata.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Puppigallo 23/10/11 9:25 - 3952 commenti

Sarà che io e la commedia sbracata all'italiana non siamo mai andati d'accordo e che questo genere di film è stato da me abbandonato da un pezzo (salvo qualche inutile tentativo di riconciliazione), ma qui l'odore acre e pungente della mostruosa vaccata senza ritegno è quasi tangibile. Boldi è ormai un malcopiato Fantozzi milanese in fase terminale (naso di maschera nel sedere; vecchia che vola; cagnolino scambiato per altro...insomma, gag tremende) e il minestrone di attorucoli che lo accompagna è tra il pietoso e l'ultima spiaggia comica che nessuno vorrebbe visitare (Ceccherini...).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Memorabile è il coraggio di proporre un simile film senza un minimo di pudore filmico: "Materassi in puro lattice suino... l'abbiamo solo noi".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Deepred89 24/1/16 16:15 - 2863 commenti

Cinepanettone abbastanza inguardabile, colmo di gag da scuola elementare e permeato da una sciattezza tecnica spesso disturbante. Eppure si lascia vedere, anche per la curiosità nel seguire una serie di nomi noti della commedia italiana ormai allo sbando muoversi tra intrecci senza senso. E così Ceccherini vuole la moglie di Boldi (ma si consola con un bambolotto), la quale vuole Siffredi artista francese gay che a sua volta vuole Ceccherini e quando lo raggiunge da dietro, stacco e torre Eiffel. Altro da aggiungere? Sì: tremendi i giovani.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 22/10/11 8:52 - 2327 commenti

Farsa alquanto scialba ma genuina. La sceneggiatura è sfilacciata ed è tutto in mano a un gruppo d’attori che "interpretano" personaggi assolutamente caricaturali e inesistenti nella vita reale (vedere questi pagliacci gesticolanti in giro per la città è molto divertente). In codesto delirio salvo i più fantasiosi - diciamo così - ovverosia la Barbera e Ceccherini. Una Parigi stereotipata (è giusto così) fa da splendida cornice, ma non è assolutamente funzionale al racconto. La parte giovanilistica è affidata a Diana Del Bufalo (Amici).
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Gugly 7/10/12 2:45 - 925 commenti

Un film inimmaginabile, tra montaggio (?) tirato via, una storia che non esiste e gli attori... Boldi sembra un clone milanese di Fantozzi, ma all'ultimo stadio (gag davvero assurde e triviali, come quella del cane), la Barbera con i suoi nonsense, Ceccherini che sembra (è?) un matto. Izzo sembra il meno peggio, ma poi si veste da donna e si allinea al resto della ciurma, in cui viene tirato dentro a forza Enzo Salvi nel ruolo di un tassista abusivo (a Parigi!!!). Presenza cult e indefinita di Siffredi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ceccherini e il manichino che funge da bambola gonfiabile (e ho detto tutto).
I gusti di Gugly (Commedia - Horror - Teatro)

Mco 4/1/16 19:44 - 1848 commenti

Più che un film una ripetizione dei "pezzi forti" degli attori coinvolti: Boldi ricco lumbard, Salvi romanaccio che vive alla giornata, Izzo finanziere che ama le gonnelle e Ceccherini folle presenzialista. In più c'è anche la consueta folcloristica sintassi della Barbera a completare l'opera. Qualche parentesi (il duo Ceccherini-Siffredi, i cambi d'abito della "Sconsolata", l'equivoco sul parto) suscita il riso, altre la noia se non l'irritazione. Ma per spegnere i circuiti sinattici per 90 minuti può andar bene...
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Pol 25/8/12 12:08 - 589 commenti

Un film talmente sgangherato che funziona: gli attori sono divertiti ed affiatati e in generale sembra quasi che la consapevolezza di essere "il cinepanettone dei poveri" da una parte abbassi le pretese (anche dello spettatore) e dall'altra aumenti la spigliatezza di chi vi prende parte. La trama va e viene ma stranamente l'effetto non è di fastidio ma di ulteriore divertimento, perché sottolinea che lo scopo ultimo del film sia far ridere con una sfilza di gag di grana grossa e non certo raccontare una storia. Astenersi palati fini.
I gusti di Pol (Comico - Gangster - Thriller)

Rambo90 25/10/11 21:40 - 4927 commenti

Quando vado a vedere film così pretendo che mi mettano di buon umore. E questo ci è riuscito, un po' come tutti i cinepanettoni di Boldi (e De Sica). Anche qui la storia è esile, ma piena di gag (anche volgari) che supportate dall'ottimo cast a disposizione funzionano. Izzo e Boldi sono una coppia affiatata, Salvi interviene a sprazzi, Ceccherini è spassosamente sopra le righe (ed è perseguitato da Rocco Siffredi!), la Barbera azzecca vari giochi di parole. Il ritmo è veloce, le risate ci sono, per me è buono.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Nando 4/9/12 18:36 - 3100 commenti

Commediola insulsa priva di una qualsiasi trama, in cui le risate latitano e le situazioni non mostrano nessun appeal. Lo sviluppo narrativo è privo di idee e il cast appare mal diretto. Boldi è pessimo, Izzo e Sconsi generano qualche siparietto simpatico mentre Salvi ripete il solito cliché volgarotto.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Piero68 4/9/12 9:01 - 2199 commenti

Continuano le (dis)avventure della compagnia di giro di Boldi, nata dalla secessione col gruppo primario (per intenderci De Sica e C.). È incredibile di come si possa toccare il fondo e di come si possa continuare a scavare. Mi chiedo come sia possibile produrre un film del genere senza una sceneggiatura, con gli attori che ripetono sempre e soltanto le solite battute da almeno un decennio. Odiose la Barbera e la Del Bufalo, con Boldi e Izzo che questa volta scomodano addirittura Totò copiando alcune battute. Inguardabile! E mi limito...
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Gabrius79 26/9/13 0:20 - 1010 commenti

Commedia piuttosto banalotta e noiosa con un Boldi che cerca di trovare affinità con Biagio Izzo; stavolta però l'accoppiata non fa scintille come nei cinepanettoni degli anni precedenti. Ceccherini, la Barbera e la Minaccioni fanno quello che possono per salvare la baracca riuscendoci in parte, mentre le presenze della Fico, della De Nardis e della Del Bufalo sono irrisorie. Cameo per Rocco Siffredi. Evitabile.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Mutaforme 21/9/12 18:03 - 350 commenti

Prendete le gag più becere dei peggiori film di Alvaro Vitali; aggiungete il fracasso involontariamente comico de Il Processo di Biscardi, con tanto di accozzaglie dialettiche, condite con la presenza di un attore porno che sta lì solo per piazzare il non troppo velato spot della marca di patatine. Con tale ricetta proverete pietà per Boldi, che qui sembra un po' uno di quei pensionati che per arrotondare accettano di tutto. Trash.
I gusti di Mutaforme (Avventura - Fantascienza - Fantastico)

Blutarsky 11/10/13 18:03 - 348 commenti

Punto zero delle commedie boldesce post “Vacanze”: la trama diventa solo un mero pretesto per portare sullo schermo il solito gruppo di attori (bolliti, con in più la new entry Siffredi) lasciati qui bellamente alla deriva da una scialba regia di Claudio Risi. Non si ride praticamente mai e il ritmo blando non aiuta la visione. Boldi assolutamente insopportabile, Ceccherini ormai non fa neanche più finta di recitare; si salva giusto solo la Minaccioni, resto del cast sotto la soglia della sufficienza.
I gusti di Blutarsky (Giallo - Poliziesco - Western)

Mark70 2/11/12 19:04 - 118 commenti

Dovrebbe essere un film comico ma non si ride mai: la trama è risibile, non c'è una scena divertente, una battuta efficace, una situazione che strappi anche solo un sorriso. E' tutto un riproporre di idee vecchie e ipersfruttate, spesso volgari, da parte di un cast decisamente inadeguato (non sarebbe il caso di pensare al pensionamento, per Boldi?). Curiosa la presenza di Siffredi, che forse per la prima volta non usa il suo "attributo" più celebre. In poche parole brutto, inutile e deprimente.
I gusti di Mark70 (Avventura - Comico - Commedia)

Max92 1/12/11 15:53 - 104 commenti

Si sperava che la divisione del duo Boldi-De Sica potesse giovare ad entrambi. Ma così non è stato. Se De Sica continua imperterrito a battere la strada di uno scafato ed ignobile plagio di grandi comici del passato, attestandosi su di una mediocrità paurosamente crescente, Boldi riesce qui a varcare le soglie dell'inimmaginabile. Storia di un qualunquismo deprimente, interpreti atroci. In questo film non funziona nulla. E Rocco Siffredi, non dovendo (e non potendo) usare il suo organo preferito, è più inespressivo e legnoso di un fossile.
I gusti di Max92 (Animazione - Horror - Thriller)

Simdek 7/4/14 10:37 - 93 commenti

Commedia scarsissima con Boldi che, senza il socio di una vita, De Sica, si rivela ben poca cosa. Sceneggiatura inesistente e gag della peggior specie si trascinano stancamente fino alla fine senza mai far ridere. A Biagio Izzo, unico che poteva dare qualcosa, viene disegnato un ruolo non congeniale, affiancato da un cast con tanti personaggi famosi e altri poco noti, tutti però accomunati da recitazioni imbarazzanti. Non lo giudico da un * solo perché nella filmografia esiste ancora di peggio...
I gusti di Simdek (Commedia - Drammatico - Horror)