Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BEDEVILLED

All'interno del forum, per questo film:
Bedevilled
Titolo originale:Kim Bok-nam salinsageonui jeonmal
Dati:Anno: 2010Genere: drammatico (colore)
Regia:Chul-soo Jang
Cast:Yeong-hie Seo, Seong-won Ji, Min-ho Hwang, Min Je, Ji-Eun Lee, Jeong-hak Park
Visite:534
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/7/11 DAL BENEMERITO GESTARSH99

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 21/9/13 14:51 - 2094 commenti

Nulla come il cinema coreano sa dispensarti ripetute schicchere sul sistema nervoso centrale e randellate sulle ginocchia e alla nuca: basta chiamare in causa tutto quanto rende il pianeta a immagine e somiglianza di Caino e Cerbero, e il letale attacco d'asma è garantito. Il principio del domino, il cane mangia cane, il mors tua vita mea, il dura lex sed lex sono i punti cardinali di un'opera che esacerba Park e radiografizza l'animo umano al servizio del più gretto, ignorante e razzista provincialismo e della vecchia usanza che diventa tavola di una lex talionis più uguale per tutti che mai.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 10/8/12 2:07 - 6606 commenti

Strabiliante e straziante pellicola coreana che affronta tanti temi di estrema importanza e delicatezza. L'esordiente (incredibile ma vero) Chul-soo Jang li tratta con grande bravura ed è lucidissimo nel descrivere certe situazioni, certi modi di essere e certi atteggiamenti che mettono i brividi. La discesa nella spirale della follia è lenta e graduale com'è giusto che sia. Notevole la galleria di personaggi tutti più o meno sgradevoli (su tutti Hae-Won). Piccoli cedimenti solo per qualche eccesso splatter (specie nel finale) ma è poca cosa. Imperdibile ma da visionare con cautela: fa male!
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Capannelle 25/7/11 9:19 - 3393 commenti

Ottimo per tre quarti di durata nei quali la poetica della sottomissione, calata in un riuscitissimo microcosmo rurale, viene resa molto bene dagli attori (sicuramente efficace tutto il casting) e da una regia magari non sempre fluida ma dai tempi narrativi giusti (sufficientemente lenti da farci assaporare la vicenda) e attenta ai dettagli. Poi, direi dopo il "tuffo" dell'anziana, questa poetica cede il passo ad una violenza compiaciuta e a personaggi divenuti un po' troppo supereroi.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Pinhead80 8/3/12 12:19 - 2981 commenti

Due amiche di ceto sociale differente si ritrovano a distanza di anni. Presto si accorgeranno che del loro rapporto, così come idealizzato durante l'infanzia, rimane ben poco. Un film a tratti insostenibile per crudezza e violenza che trova forza dalle continue contrapposizioni socio-economiche e da una misoginia galoppante che la fa da vera padrona nell'intera pellicola. Bedevilled riesce persino in alcune sequenze a divertire lo spettatore (su tutte quelle che vedono protagonista il vecchietto che mangia "erba sciocca"). Da non perdere.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Mickes2 4/9/11 19:04 - 1550 commenti

Le ineluttabili urla di dolore passano per l'ottusa mentalità di un piccolo villaggio rurale: violenza e soprusi, prepotenze contro chi non può difendersi o reagire. L'indifferenza latente di Hae-won si contrappone alla misoginia degli uomini del villaggio, che non hanno alcuno scrupolo nel perpetuare le loro sconcertanti gesta. Entrambi artefici di un dolore straziante che lacera l'animo. La vendetta come unica arma per evadere da un'esistenza soffocata, sofferente, piegata all'ignoranza e al duro egoismo in cui non esiste alcun diritto sociale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le urla di Bok-nam; il finale.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Greymouser 14/7/11 22:07 - 1441 commenti

Da un lato, la violenza, l'ipocrisia e la sopraffazione che regolano ogni rapporto all'interno di una comunità isolana. Dall'altro, l'algida indifferenza esercitata in anni di vita metropolitana. In mezzo, una vittima che - spinta sul baratro della follia - si farà carnefice vendicatore, riconoscendo per istinto che non vi sono innocenti. Grande film, a tutti i livelli: sgradevole nella rappresentazione veristica dell'abuso e dell'ignoranza, teso e crudo nell'azione, fine nella costruzione narrativa, splendidamente diretto e interpretato.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Gestarsh99 4/7/11 18:28 - 1061 commenti

Bedevilled è un film sull'incomunicabilità, l'egoismo, l'omertà, il lassismo, l'impermeabilità alla sofferenza altrui, l'indifferenza nei confronti della violenza sulle donne, la totale assuefazione ad un maschilismo sociale foraggiato dalla stessa mentalità femminile. Chul-soo utilizza l'emarginazione rurale per porre ulteriormente in risalto la retriva barbarie che serpeggia, mimetizzata, anche nel mondo "progredito". Una storia di dolore e sofferenza che forse alla fine si prolunga troppo in direzione horror, attenuando la traumatica veracità sanguigna della prima parte.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'immagine finale, con la sagoma della protagonista che sfuma nel profilo dell'isola, solitaria e abbandonata al suo destino.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Lupoprezzo 18/7/12 14:32 - 635 commenti

Il primo lungometraggio del regista coreano è una tagliente critica contro una società che non risparmia nessuno: dagli isolani, dementi e privi di morale, ai civilizzati, privi di scrupoli e colpevolmente indifferenti. L'isola, (non) luogo primordiale per eccellenza, è lo scenario perfetto per tingere di dolorose riflessioni questa miserabile e luttuosa storia (dis)umana. L'unica pecca è l'esuberanza dell'esordiente che Jang non riesce ad arginare e, convinto troppo dei suoi mezzi, calca decisamente la mano nell'ultima parte, minando il lavoro complessivo.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Lattepiù 17/7/11 14:12 - 208 commenti

Capolavoro di rigore formale e pregnanza contenutistica. Il film vibra di indignazione autentica, nel suo mettere in scena un’umanità meschina in cui la violenza sulla donna è accettata come dato di fatto e parte integrante della comunità. E lo sguardo non è più benevolo verso l’egoistica ignavia di Hae-won, ragazza di città, testimone passiva e quindi complice. Alla fine per Bok-nam, vittima di anni di abusi e prevaricazioni, la vendetta appare l’unica soluzione concepibile. Spietato, incompromissorio e struggente, un film straordinario.
I gusti di Lattepiù (Fantascienza - Poliziesco - Western)