Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL TANGO DELLA GELOSIA

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 2/6/10 15:08 - 4159 commenti

Abatantuono strepitoso. È lui che permette a un film che dall'ora in poi stenta per l'impianto teatrale (è tratto da un commedia) a stare sopra la medietà. I contorsionismi verbali, le deformazioni lessicali, le novità delle metàfore e dei paragoni, l'aulicità delle espressioni ("residenza automobilistica del Principe") riescono a sorprendere e a far sorridere quasi sempre. Bravi la Vitti (qui al suo record per la pubblicità del tabacco) e Leroy (composto ed elegante). Girato principalmente all'Olgiata.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 1/8/10 8:31 - 10230 commenti

Decisamente non una delle opere più riuscite del regista Steno questa commedia sceneggiata insieme al figlio Enrico. Il film, segnato da una trama banale e una sceneggiatura piuttosto mediocre, è segnato positivamente dalla presenza di Diego Abatantuono che con le sue invenzioni verbali segna positivamente la prima parte del film. Nella seconda, la verve del simpatico attore milanese non basta e il film scivola nella mediocrità.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 4/8/08 9:53 - 6915 commenti

Lei si sente trascurata da lui che ama solo i cavalli; l’arrivo di un poliziotto privato movimenta il triste ménage. La trama è di una noia mortale, banale e stiracchiata fino allo stremo. Gli attori, altrove bravi, qui fanno la gara a chi recita peggio, Abatantuono in testa (simpatico, ma dopo 10 minuti ci si aspetterebbero anche altre qualità oltre alla simpatica storpiatura cabarettistica delle parole). La regia è piatta e favorisce il naturale assopimento dello spettatore che, nonostante gli sforzi, non riesce a ridere. Da dimenticare.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 19/7/09 18:34 - 4027 commenti

Diego è indiscutibilmente bravo; e grazie alla sua vena comica, fatta di parole storpiate ( "Sono solo come Giulio Verme"; Don Lurido"), frasi e proverbi riveduti e corretti ("Principe, le bugie hanno le gambe corte come i lombrichi) e espressioni facciali, dà il giusto ossigeno a una commedia che, pur con una Vitti simpatica e un buon Leroy, sarebbe inevitabilmente franata nella ripetitività di una sceneggiatura assai poco corposa. Nella seconda metà anche Diego fatica a mascherarne i limiti e nell'ultima parte (dalla fuga dei due), al massimo si sorride. Nel complesso, comunque, buono.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Diego risponde al telefono dell'auto del principe: "Pronto, residenza automobilistica del principe Luanello".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Matalo! 20/7/09 16:45 - 1330 commenti

Sciatta regia, sciatta fotografia, attori che tirano avanti; accostamento tra il talento comico emergente di Abatantuono e la veterana Vitti, con l'aggiunta di Leroy, marito appassionato di cavalli. Tanto per fare cassa al botteghino con zero sforzo. Steno si limita a piazzare la cinepresa nei punti necessari senza alcuna velleità. Buffa la garçonniere dedicata a Valentino di Abatantuono; quest'ultimo però usa le poche frecce al suo arco e dopo qualche decina di minui ha già detto tutto.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Nando 16/6/15 14:45 - 3153 commenti

Commedia degli equivoci in cui il tradimento appare come colonna portante. Semplicistica e non proprio originale, la pellicola si avvale di un frizzante Abatantuono (che ricalca personaggi precedenti con il suo irresistibile slang), di una vivace Vitti e di un sempre valido Leroy: sostanzialmente sono loro, che reggono la baracca che mostra tutta la sua pochezza...
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Paulaster 17/11/16 10:43 - 1711 commenti

Moglie con poche attenzioni cerca di ravvivare il rapporto col marito appassionato di cavalli. Il balletto degli stimoli è gestito bene nei tempi da una Vitti che si impegna, tanto da fare anche da spalla per le varie battute. Leroy ha solo l'accento francese che lo salva e Abatantuono sciorina sempre qualche trovata verbale che fa sorridere. Regìa di Steno sottotono (specie nel finale), ripescando dal passato idee già usate (la lettera dettata, il balletto dei protagonisti, il biglietto conclusivo).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Tra prosciutto e guanciale"; "Giulio Verme"; "Don Lurido".
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Gabrius79 24/3/15 23:57 - 1032 commenti

Uno Steno decisamente fuori forma dirige questa commedia priva di colpi d'ala in cui è la mediocrità a farla da padrona. Una storia che nemmeno la sprecata Monica Vitti e il terrunciello Diego Abatantuono riescono a sollevare dai bassifondi. Ci scappa qualche sorriso sui giochi verbali di Abatantuono ma niente di più. Fotografia scialba.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Motorship 2/4/14 17:50 - 567 commenti

Non uno dei migliori film di Steno, ma ugualmente gradevole; una commedia degli equivoci di impatto teatrale. Perde parecchi punti nel melenso finale veneziano, questo sì, ma fino ad allora la commedia regge piuttosto bene e questo grazie anche a un Abatantuono mattatore e assai in forma il quale grazie ai suoi storpiamenti verbali riesce a divertire parecchio. Bravi anche la Vitti e un misurato Leroy. Non male dopotutto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Abatantuono: "Principe, le bugie hanno le gambe corte, come i lombrichi".
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Coyote 8/1/12 13:40 - 181 commenti

Classica commedia degli equivoci costruita sulla figura della moglie che non si ritiene amata abbastanza dal marito. La Vitti è perfettamente calata nella parte ma, complice una sceneggiatura senza guizzi particolari, alla lunga risulta monocorde. Abatantuono offre qualche spunto divertente, ma il suo ruolo sembra talvolta fuori luogo rispetto al film. Il limite maggiore è però nella trama: bugie a parte, non succede molto e alla fine tutto si riconferma ancor prima di essere messo seriamente in discussione. Conservatorismo anni Ottanta.
I gusti di Coyote (Drammatico - Giallo - Poliziesco)

TomasMilia 10/7/10 12:50 - 157 commenti

Non l'avevo mai visto ma è incredibilmente divertente. Abatantuono è strepitoso (in un ruolo che non lo sradica dal suo habitat naturale come in Scusa se è poco) come bravissima è la Vitti. I loro duetti, sia nella scena della lettera che nella garçonierre di Diego, sono irresistibili. Se non siamo dalle parti dei migliori Totò e Peppino, ci andiamo vicini. Di impianto teatrale (considerando che il soggetto è tratto da una commedia di De Benedetti), Steno lascia i due attori a briglia sciolta. Superfluo il finale veneziano.
I gusti di TomasMilia (Comico - Commedia - Giallo)