Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA GATTA DA PELARE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 9/4/07 17:31 - 4059 commenti

Dilettantesco, sconcertante. È del 1981, ma pare un improbabile sceneggiato della “TV dei Ragazzi” degli Anni '60. Trama debolissima, recitazioni mediocri (in confronto agli altri, Orso Maria Guerrini qui è un titano) e raffica di battute di stampo televisivo (scambiare Toronto per Taranto…) o alla Ciccio&Franco del tempo che fu. Le migliori, e forse non è un caso, sono le più difficili (quella sul generale Nobile). La Agren, non più giovanissima, è bellissima, con fossette peccaminose. Bella la Poggi, qui mora. La Mancini (ex csc) fa la colf.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Pippo Franco dà il meglio di sè nel duetto con la Colosimo, dopo essere scampato al fucile di Paone.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 28/9/15 18:48 - 5712 commenti

La trama gialla ha ben poco da offrire e l'esile commedia è spinta a fatica da un Pippo Franco - anche regista, cosceneggiatore e titolare della colonna sonora - un po' meno sguaiato del solito e dai suoi folli incontri con Musumeci, Colosimo e Paone. La Poggi e la Agren sono quasi del tutto anonime, ma la bionda svedese si fa ricordare per un bellissimo nudo statuario. Epilogo brusco e carente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le vignette sullo psicanalista; il resoconto dell'edicolante.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Schramm 18/6/10 10:11 - 2062 commenti

La trama è di quelle scritte in due ideogrammi su uno shanghai della fortuna, e il film deambula solo in virtù dei dialoghi-stampella, non di rado spassosi. Ma ad onta di un Pippo che ce la mette proprio tutta, la storia è di miccia bagnata, passato l'ottimo incipit il ritmo va in letargo, e la regia abbraccia la staticità come se fosse l'unica virtù possibile. Lo si termina per la pur intermittente gradevolezza e dei dialoghi, da applauso quando lambiscono la patafisica, e per la simpatia di un Franco comunque sprecato: all'inceneritore tutto il resto.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Markus 9/12/15 16:12 - 2320 commenti

L'esordio (tale resterà) alla regia del simpatico Pippo Franco non si discosta molto dai coevi film diretti dal fedele Pingitore; in pratica la presenza del comico romano è talmente invasiva che il taglio registico è quasi un "dettaglio". Nella seconda parte la pellicola si trasforma in un gialletto, tanto per dare un furbastro vigore a una vicenda alquanto sciapa ma dotata di buoni momenti di comicità, offerti quasi unicamente dai brillanti dialoghi incarnati dal "nasone". La Agren giustamente ci offre un topless.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Pinhead80 15/5/16 19:12 - 2927 commenti

Pippo Franco abbandona la commedia scollacciata per proporsi come regista/protagonista di un film che cerca di rilanciare la sua comicità fatta a suon di battute al fulmicotone. L'idea non è male per chi ama il comico romano perché ci offre qualcosa di sostanzialmente diverso da quello che ci saremmo aspettati di vedere. Azzeccata la satira sul mondo della psicoanalisi così come il risvolto thriller che appassiona e intriga. Una sorpresa.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Panza   27/4/13 17:13 - 1270 commenti

Un film dimenticato in cui Franco (anche poco riuscito regista) si impegna molto nello script dei dialoghi originando una commedia in cui si viene subissati da una mole di battute non di rado riuscite. A volte Franco racconta barzellette a se stesso ma anche al pubblico. Ci sono momenti riusciti e brillanti che si discostano dal modello di commedia all'italiana, ma purtroppo lo sforzo viene vanificato da una trama esile e mal condotta anche nel banale finale. Cast femminile abbastanza piatto. Magalli mediocre (ma è un apparizione amichevole).
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Tomastich 9/7/12 10:07 - 1169 commenti

Il film di Pippo Franco forse riuscito meglio, con una trama decente e una leggerissima velatura thriller. Janet Agren dev'essere davvero legata al mondo fumettistico, visto che l'anno successivo si imbarcherà in un progetto simile con Paolo Villaggio (Sogni mostruosamente proibiti).
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Gabrius79 23/7/15 0:18 - 1008 commenti

Un Pippo Franco meno agitato del solito si dirige in questo film e il risultato è piuttosto mediocre. La sceneggiatura non è poi così malvagia e spesso si cerca la risata facile con battutine e freddure. Daniela Poggi e Janet Agren sono piacevoli presenze ma non danno ulteriore freschezza al film.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

skinner 30/8/07 0:50 - 595 commenti

Uno dei migliori PippoFranco-movie: molto spazio ai monologhi, personaggio meno patetici del solito. Poi, certo, la trama è più un canovaccio che altro, il risvolto giallo è finanche noioso, ma i dialoghi briosi rendono piacevole la visione. Grandioso Tuccio Musumeci!
I gusti di skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Uomomite 24/8/13 5:47 - 175 commenti

Pippo Franco prova a virare verso una comicità più "fine", rispetto a quella fracassona dei suoi film con Pingitore, cercando però di non snaturarsi. Ci riesce. Il suo è infatti un film che si tiene in (quasi) perfetto equilibrio tra le battute spiritose e scoppiettanti di Magalli e la sua tipica comicità "esasperata". Non si rinnega dunque la commediaccia "bassa" ma neanche si cade in quella "carineria" che ci avrebbe condotto fino al baratro del pieraccionismo e meno che mai nell'umorismo intellettualoide. Sottovalutatissimo. Da recuperare.
I gusti di Uomomite (Fantascienza - Horror - Poliziesco)