Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE LITTLE GODFATHER FROM HONG KONG

All'interno del forum, per questo film:
The little godfather from Hong Kong
Titolo originale:Xiangang xiao jiao fu
Dati:Anno: 1974Genere: arti marziali (colore)
Regia:Ng See-Yuen
Cast:Bruce Leung Siu-Lung, Kurata Yasuaki, Mang Hoi, Gordon Mitchell, Shirley Corrigan, Maria D'Incoronato, Consalvo Dell'Arti, Bruno Alias (n.c.), Claudio Ruffini (n.c.)
Note:Il titolo in inglese è "The little Godfather from Hong Kong". In rete lo si trova anche citato col titolo italiano "Il piccolo padrino di Hong Kong" e lo si vede talora confuso col film gemello "Kidnap in Rome". Il dvd USA ha il titolo "The little godfather".
Visite:467
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/11/09 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 11/2/10 23:22 - 4040 commenti

Sbalorditivo. Film hongkonghese (girato a Roma, pure con Consalvo dell’Arti, la Corrigan, Mitchell, Cutini, la D’Incoronato e un vistosissimo ruolo per Alias!) di ardua descrivibilità, relegato all’infimo livello non solo dall’orrida recitazione degli orientali, ma specialmente dalle pazzesche assurdità comportamentali. Di culto la scena con Dell’Arti (il migliore, benché non ci volesse molto) che consola il piangente Gordon Mitchell (che fa suo figlio, con berretto militare germanico). Surreali apparizioni, inspiegabilmente subitanee, della Corrigan. Sorprendente presenza del vecchio TG (con Nuccio Fava speaker!) e lungo brano di un discorso domenicale di Paolo VI. Finale di puro delirio con due auto che escono dal castello di Bracciano e si trovano sui pendii innevati di Camerata Nuova. Poco prima, peraltro, due personaggi s’inseguivano per la terrazza del Vittoriano, svoltavano l'angolo e si trovavano in montagna. Forse non l'ho visto, ma solo sognato.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Panza   5/3/16 15:37 - 1265 commenti

Praticamente indescrivibile, questo delirio orientale d'ambientazione italiana. Già i vari tentativi di uccisione del protagonista e il modo in cui ci casca in due o tre casi sono al limite della parodia (il medico che lo invita random a entrare, il killer in Piazza San Pietro, la macchina fotografica), ma tutto il resto è ancora più assurdo. L'introspezione della storia della famiglia del cattivo (un dell'Arti fin troppo credibile per il contesto) ha dell'incredibile, così come il personaggio di Mitchell in versione nazista (WTF?). Pazzesco!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cane kamikaze; Il bambino che attiva l'elettroshock; Mitchell nella fabbrica abbandonata; L’orsacchiotto; Il fermo immagine finale.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)