Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ASSO NELLA MANICA

All'interno del forum, per questo film:
L'asso nella manica
Titolo originale:Ace in the hole
Dati:Anno: 1951Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Billy Wilder
Cast:Kirk Douglas, Jan Sterling, Robert Arthur, Porter Hall, Frank Cady, Richard Benedict, Ray Teal, Lewis Martin, John Berkes, Frances Dominguez, Gene Evans, Frank Jaquet, Harry Harvey, Bob Bumpas
Note:Aka "The big Carnival".
Visite:1274
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/3/09 10:06 - 10316 commenti

Bellissimo film che si inserisce nel filone drammatico che segnò efficacemente la prima parte della carriera di BillY Wilder. Benchè realizzato agli inizi degli anni '50, il messaggio di fondo sulla spettacolarizzazione delle tragedie umane da parte dei media è ancora attualissimo, insieme all'amara critica sociale e al pessimismo di fondo della visione del grande regista. Ottima l'interpretazione di Kirk Douglas.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 6/9/10 8:55 - 6960 commenti

Il cinismo della stampa sposato con gli interessi personali, politici, economici: è un vero groviglio di sanguisughe quella sarabanda che si accalca attorno alle grotte in cui è sepolto vivo un uomo, che l'ingordigia generale finge di voler salvare. Un film eccellente per il tema (sempreverde: 30 anni dopo tutti abbiamo rivisto qualcosa del genere a Vermicino) affrontato con grande maestria, in modo impeccabile, dove ogni elemento si incastra alla perfezione attorno al perno, un poderoso Douglas. Implacabille atto d'accusa contro l'ipocrisia.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 16/7/08 0:14 - 6605 commenti

Strepitoso apologo di Wilder sulla crudeltà umana che in anticipo sui tempi tratta un tema come quella della spettacolarizzazione del dolore e della morte ad opera dei mass-media che già allora sembravano cinici come quelli di oggi. Ottima la regia, strepitosa la sceneggiatura e grandissima la prova di Kirk Douglas.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 25/1/10 13:47 - 1489 commenti

Al giornalista fallito Charlie Tatum serve un colpo da prima pagina per ritornare alle grandi testate. Albuquerque non offre molto, così se lo inventa sfruttando l'innocua, fino ad allora, disavventura di un tale chiuso in una grotta pericolante. Non sorprende che il pubblico dell'epoca lo abbia rifiutato. Tremendamente moderno, spietato, privo della tipica ironia Wilderiana. Non c'è speranza per nessuno, nemmeno la confessione finale è redentrice. Regia essenziale. Ai geni non serve granchè per girare capolavori. Big Carnival? No, danse macabre.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arrivo di Tatum ad Albuquerque sull'auto trainata dal carroattrezzi; l'ultima telefonata al direttore di New York.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 12/3/09 16:58 - 7058 commenti

Opera potente, il cui insuccesso commerciale spinse Wilder ad abbandonare il genere drammatico per dedicarsi alla commedia, questo ritratto di un Big Carnival mediatico di profetica ferocia girato oltre mezzo secolo fa si dimostra ancora attualissimo, per la rappresentazione spietata di un tipo di giornalismo cannibale, che sfrutta (e nello stesso tempo attizza) la curiosità morbosa del pubblico di fronte ad avvenimenti tragici. Accanto a Kirk Douglas nella migliore interpretazione della sua carriera, spicca la cinica Jan Sterling. Capolavoro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Douglas spiega le regole del mestiere ad un suo giovane collega; Il finale, con Douglas che cade in avanti, verso la cinepresa.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 16/7/07 16:06 - 2307 commenti

Billy Wilder ci ha regalato magnifiche commedie divertenti ma anche film drammatici che non si possono dimenticare. A quest'ultima categoria appartiene questo "L'asso nella manica", che mostra le nefandezze di cui si può macchiare un giornalista pur di realizzare uno "scoop" importante. Leggermente datato mantiene comunque ancora oggi una forte carica di denuncia che lo rende imprescindibile per chi ama il buon cinema d'impegno civile.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Harrys 11/3/09 0:15 - 679 commenti

Ultimo dramma di Wilder prima di dedicarsi completamente alla commedia. Un film che tocca tematiche importanti, riuscendoci decisamente bene: il cinismo insito nella natura dell'uomo, l'ipocrisia del fenomeno mass-mediatico... Nota dolente, a mio avviso, il fatto che sia invecchiato male, o meglio, che le tematiche trattate siano state riprese talmente tante volte da non permettere di godere appieno di quest'opera, ai giorni nostri. Ma questo non va di certo ad incidere sul valore effettivo della pellicola: alto, sicuramente. ****.
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Saintgifts 24/4/10 0:49 - 4099 commenti

"Dite la verità", recita il motto dell'onesto direttore del giornale di Albuquerque, ma per il fallito giornalista Charlie Tatum vale più "Costruite, la vostra verità". Chi è più disonesto? Il giornalista che cerca lo scoop a tutti i costi, anche mettendo in gioco la pelle altrui, o chi compra il giornale solo in occasione di notizie forti che emozionino, magari, una vita quotidiana piatta? Volutamente sopra le righe, un film che solo negli USA, Paese della libertà, poteva nascere, dove molte cose si fanno e si disfano in poche ore. Profetico.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Belfagor 19/5/15 12:51 - 2535 commenti

Questo dramma sul mondo del giornalismo non è invecchiato di un giorno. La fanfara da un giornalista senza scrupoli attorno alla notizia di un uomo intrappolato da una frana è ancora oggi una valida rappresentazione dello sciacallaggio mediatico, che crea il falso con la scusa di voler raccontare il vero. Altrettanto colpevole è tuttavia il pubblico (forse anche quello in sala?), con la sua morbosa curiosità e la sua ipocrisia. Douglas dà l'interpretazione della vita, la Sterling è una bionda ancor più malvagia di Phyllis Dietrichson.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ecco un giornalista da mille dollari al giorno! Potete averlo gratis".
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Giùan 27/6/12 22:05 - 2412 commenti

Rabbrividente per la sua profetica attualità. Il big Carnival della comunicazione di massa, il tendone sempre aperto del circo del dolore ipocrita, il perenne palinsesto della tragedia che scandisce pasti e appuntamenti conviviali. Chuck Tatum (un Douglas dall'antropologico occhio laido) ne è solo il capro espiatorio, ma se a lui concede la nemesi, è alle cattive coscienze di tutti noi condiscendenti spettatori che l'"amorale" Billy rivolge (attraverso il torrido b/n di Lang) il suo sguardo asciutto e per questo più spietato. Dopo ci sarà solo da ridere.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 2/5/16 8:24 - 2001 commenti

Un giornalista senza scrupoli né valori sfrutta una tragica storia per soddisfare il proprio ego, ma la nemesi è sempre dietro l'angolo. Forte opera di denuncia sociale contro l'uso artificioso delle notizie di cronaca, si gioca tutto sul tavolo del cinismo più efferato, offrendo a Kirk Douglas l'occasione per un ruolo indimenticabile. Purtroppo né questa volta né mai l'attore venne insignito con l'Oscar.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Mickes2 10/6/13 17:20 - 1550 commenti

Potentissima ricognizione del maestro Wilder sull’amoralità, il cinismo e la ferocia del giornalismo con un occhio gravemente pessimista e spietato nei confronti della società, inebetita, ignorante, superficiale, pronta a nutrirsi delle disgrazie altrui senza nemmeno il minimo tentativo di indagare le (proprie) coscienze e andare “oltre” la superficie dei fatti. Grandissimo Kirk Douglas, prova viscerale e intensa, tragico capro espiatorio di una nazione intera. Film nerissimo, profetico, glaciale, teso come una corda di violino.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Il ferrini 26/4/16 23:24 - 1130 commenti

Film di un'attualità disarmante, spietato come solo Wilder riesce a essere quando dipinge il mondo dei media. Se l'anno prima si era occupato del cinema, stavolta tocca alla stampa e per raccontarne il cinismo usa come protagonista un giornalista senza scrupoli interpretato da un Kirk Douglas in forma straordinaria. Anche la scelta di Jan Sterling risulta vincente; buona la sua interpretazione della moglie fredda e ingrata di "Leo" (Richard Benedict). Grande impiego di comparse, ritmo sempre molto alto, una vera perla molto sottovalutata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Tell the truth".
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Jdelarge 12/7/16 22:16 - 618 commenti

Wilder orchestra in maniera magistrale un film che denuncia il mondo spietato del giornalismo americano (di cronaca possibilmente) e la conseguente voracità del popolo pronto a divorarsi le notizie e se possibile a farne parte. La critica poi si estende anche all'indole invasiva americana; così, se da una parte uno spazio sacro destinato agli indiani defunti viene circondato e profanato dagli americani, dall'altra Chuck Tatum (un fantastico Kirk Douglas) si stabilisce nella camera della mamma del povero Leo Minosa. Gran film.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Graf 16/3/14 3:14 - 595 commenti

Wilder con questo film si fa profeta e riesce a cogliere, fin dal’51, la deriva sensazionalistica dei mass media e profetizzare, con lucidità e rigore, il futuro violento e cinico di una società oppressa dalla comunicazione di massa. Una notizia locale trasformata, dalla sete di guadagno di un giornalista, in avvenimento di grande interesse nazionale che fa muovere il circo mercantile della comunità americana. Potente stile espressivo, scultura michelangiolesca dei personaggi, profonde lacerazioni morali e il dollaro come unica misura delle azioni umane.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Kirk Douglas giganteggia nel ruolo del giornalista di pochi scrupoli Charles Tatum; Jan Sterling interpreta una moglie insoddisfatta di rara volgarità.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Rocchiola 14/9/16 12:30 - 229 commenti

Grande capolavoro sulla crudeltà umana e sul cinismo dei media più che mai attuale (ogni riferimento al recente terremoto in centro Italia non è causale), che dimostra la grandezza di Wilder capace di spaziare dalla commedia al dramma senza alcun cedimento e con una precisa impronta autoriale. Un ritratto amaro sull'America dominata dal denaro con venature noir (Sterling è quasi una dark lady tentatrice) e un ritmo travolgente. Eccellente l'interpretazione di Douglas volutamente sopra le righe. Ampiamente in anticipo sui tempi, fu un insuccesso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arrivo di Tatum al giornale; La giostra e la folla davanti alla grotta; Tatum invita la folla a disperdersi dopo la morte di Leo; La canzone "Leo".
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Tomslick 29/5/13 19:45 - 205 commenti

Cinico. Magari fosse solo cinico. Questo film è molto di più, è molto peggio. La tragica situazione del povero disgraziato semisepolto fa da catalizzatore a umane bassezze di ogni sorta: il giornalista fiuta lo scoop e lo piega al proprio volere, la moglie s'arricchisce grazie al macabro turismo, lo sceriffo inciucia qua e là in nome della propria rielezione... alla faccia del poveretto agonizzante che crede che nel frattempo loro stiano agendo per la sua salvezza. Wilder qui ci vede lungo, preconizzando tempi tristi. Aveva amaramente ragione.
I gusti di Tomslick (Azione - Drammatico - Fantascienza)

Gippal 23/2/17 21:46 - 66 commenti

Un giornalista alla costante ricerca di una notizia da prima pagina, una tragedia che viene spettacolarizzata e trasformata in una fiction brutale. Poco importa dell'uomo in pericolo; l'ingordigia umana, crudele, prevale e non lascia spazio ad altro. Ogni personaggio ha il suo sporco interesse da soddisfare e nemmeno la vita, il bene per eccellenza, può ostacolarli. Un ottimo Douglas, e una regia altrettanto buona fondono due tragedie americane che, neanche a dirlo, avevano seguito esattamente lo stesso corso.
I gusti di Gippal (Animazione - Drammatico - Sentimentale)

Tuxtucis 23/8/10 12:02 - 34 commenti

Straordinario film di uno dei più grandi ed eclettici registi di tutti i tempi. La critica al cinismo dei mass-media ed al sensazionalismo giornalistico non ha mai più toccato le vette raggiunte in quest'opera, che peraltro precede la tv spazzatura di vari decenni. Semplicemente memorabile.
I gusti di Tuxtucis (Animazione - Documentario - Western)