Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA NOIA

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/11/08 DAL BENEMERITO MATALO!

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 28/6/10 1:06 - 4187 commenti

La ninfetta amorale Cecilia domina un film con un cast notevole: se la Spaak è perfetta, la Davis è indimenticabile e Bucholz se la cava benissimo mentre, nei ruoli secondari, spicca la sensualissima Daniela Rocca. Il film è lentuccio, ma va in crescendo, toccando l'apice quando il protagonista prende coscienza dei comportamenti dell'amata. Damiani dirige con sicurezza un bel film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cecilia (la Spaak) chiede 40.000 lire a Dino (Bucholz) per andare in vacanza con l'... "altro".
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Il Gobbo 1/12/08 23:13 - 3003 commenti

Damiani giovane alle prese con Moravia, e col titolo-epigrafe della sua (di Moravia) intera opera. Neppure il film ne rimane immune: il passo è strascicato, la vicenda (che un po' riecheggia un mood d'epoca, da Un amore a Roma a quello buzzatiano) risaputa, Bette Davis sprecata. Siamo in pre-contestazione, il personaggio di Bucholz prefigura quelli di Lou Castel, ma manca il guizzo, la scintilla. Curiosità il micro-cammeo dello scrittore Leonida Repaci (era anche ne La dolce vita) e la colonna sonora tutta tamburi di Bacalov. Così così.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Cotola 18/3/09 20:59 - 6621 commenti

Trasposizione cinematografica di un bel romanzo di Moravia che Damiani porta sullo schermo con grande bravura pur modificandone, almeno parzialmente, il senso. Alcune scene colpiscono il bersaglio ed almeno una resta nella memoria (la Spaak ricoperta di soldi) anche se un po' più di mordente non avrebbe guastato. In ogni caso riuscito ed interessante anche se il regista farà di meglio. Ottima la prova della Spaak.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il corpo della Spaak letteralmente ricoperto di soldi.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 12/7/17 20:47 - 7157 commenti

Giovane ricco e annoiato con confuse aspirazioni artistiche prende una sbandata per modella diciasettenne dal comportamento molto disinvolto... Da uno dei più noti romanzi di Moravia, una trasposizione corretta ma non molto ispirata, carente di quella grinta dimostrata dal regista nelle opere migliori- Funzionali Spaak ed anche l'accigliato Buchholz, ma lascia perplessi la scelta di Davis come mamma italiana, oltretutto sottoutilizzata. Perfetti invece Miranda e Wilson, genitori non si sa quanto consapevoli, ed anche Padovani, incisiva pur comparendo in un'unica sequenza.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Matalo! 24/11/08 20:06 - 1333 commenti

Non ho letto il romanzo ma visto così, a crudo, un per nulla spregevole film con interpreti azzeccati (tra cui una sempre sorprendente Bette Davis). La storia di questa femmina libera da ogni complesso, senso di colpa, riconoscenza e affettività che devasta le vite degli uomini che incontra, non si sa se profondamente imbecille o libera, viene ben disegnata dal narrare in bianco e nero del buon Damiani. Spaak ancora in fase Voglia matta si fa ricoprire da diecimila lire da Bucholz, scena celeberrima: ne vale 350.000. Finale (forse) aperto.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Lucius  2/10/10 16:24 - 2619 commenti

Lo sguardo magnetico di Horst Buchholz, la spregiudicatezza di Catherine Spaak e la verve attoriale unica di Bette Davis, in una pellicola caratterizzata da location da sogno e ottime inquadrature. Necessitava di maggior mordente e sarebbe stato un capolavoro, resta un film che affascina visivamente nel suo complesso grazie agli ingredienti che lo caratterizzano. Intimista e borghese.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 29/9/13 7:15 - 2421 commenti

Fatta la tara a quel calligrafismo estetico quasi connaturato alle riletture cinematografiche di Moravia degli anni ’60, Damiani ha il merito di sostanziare il film col suo piglio registico, sottraendolo parzialmente all’informe intellettualismo cui parrebbe destinato. Particolarmente riuscito il rapporto che lega l’etereo nichilismo di Dino (un Bucholz dal convincente cipiglio) e la crudele promiscuità di Cecilia (la Spaak è di rohmeriana controversia), mentre il tedio (e la maniera) borghesi fan pesantemente cucù nel rapporto tra mamma Bette e figlio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I genitori di Cecilia splendidamente interpretati dagli “scoppiatissimi” Georges Wilson e Isa Miranda; La tirata di Lea Padovani (la vedova Balestrieri).
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 26/8/16 13:11 - 1871 commenti

Il difetto del film consiste nell'essere troppo dialogato; la parola alimenta la narrazione, ma è incapace nel rendere l'impalpabile malattia esistenziale del protagonista che, al pari di quello di Fuoco fatuo (anch'egli un artista fallito), ha ormai smarrito il senso della realtà e la presa sulle cose. Questa pecca fa sì che mai si rinvenga la profonda forza drammatica di una tale "indifferenza". E tuttavia il bianco e nero, le location, la bravura della Spaak, perfetta come contraltare amorale (ma vitale) di Buchholz, donano rilievo al tutto.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Paulaster 30/5/18 12:13 - 1795 commenti

Artista disinteressato alla vita s'innamora di una modella. I temi del romanzo omonimo vengono centrati: il nichilismo, la gelosia, la civetteria. Il tormento amoroso è nello sguardo di un Buchholz ispirato che non riesce a trattenere una sfuggente Spaak. Drammatico nell'alienazione con accenni di nudo, nonostante l'epoca. Bette Davis non riesce a incidere. Musiche cupe invece delle solite fanfare inutili.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Spaak ricoperta di banconote; Il quadro con la modella a cavalcioni; L'incidente.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Stefania 26/4/10 3:12 - 1600 commenti

"Una tela vuota è l'unico quadro che posso firmare": Dino è un pittore che non dipinge più, per disinteresse nei confronti di ciò che lo circonda. Il vuoto della sua noia si riempie delle bugie, dei capricci e delle dolcezze di Cecilia. Trasposizione fedele del romanzo, il film comunica in maniera efficace la conflittualità e gli squilibri dinamici del rapporto tra Dino e Cecilia, evitando pause riflessive. Finale conciliante che prefigura una rinascita: c'è finalmente verità, sia nell'entusiasmo di Dino che nella sua inquietudine.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il crescendo di disperazione dopo la partenza di Cecilia, l'incontro con la moglie di Balestrieri.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Dusso 21/3/11 23:17 - 1521 commenti

Molto bello questo film di Damiani con una Spaak che (come in tutti i suo film degli anni 60') è di una bellezza incredibile! La Davis come sempre è monumentale e il protagonista maschile Buchholz se la cava benissimo. La storia, tratta da un romanzo di Moravia, è diretta benissimo da Damiani e il bianco e nero dona molto. Mi ha sorpreso non poco vedere fotografie di donne nude in un film del 1963!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le fotografie di donne nude (incredibili per un film del 1963); La celebre scena della Spaak ricoperta di banconote.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Faggi 6/3/18 18:32 - 1116 commenti

Lei (Spaak, perfetta), giovane e bella, è un demonietto erotico; lui (Buchholz, bravo) è ricco; come creativo si autosospetta inetto, corteggia il nichilismo e piace immediatamente (si direbbe per magnetismo animale) alle donne. L'alchimia tra i due (amoralità spontanea e noia) distilla sostanze inebrianti ma tossiche (moraviane) in figure cinematiche. Damiani conduce con sintesi e asciuttezza, dentro un recinto formale asettico ma non freddo; e non di maniera; e trova pure belle immagini. La maschera di Bette Davis è la ciliegina sulla torta.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Vitgar 26/3/17 10:11 - 586 commenti

Non era facile rendere film il testo esistenziale di Moravia. Damiani riesce comunque a dare un'identità autonoma alla sua opera riuscendo a rappresentare sfumature psicologiche azzeccate. L'anaffettività di Cecilia, non i suoi tradimenti, sono il vero cruccio di Dino. La fotografia è buona, la Spaak brava e intrigante, Bucholz fa la sua parte.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Motorship 11/3/13 17:53 - 567 commenti

Tratto da un romanzo di Alberto Moravia che mi rammarico di non aver mai letto, questo film del compianto Damiano Damiani è davvero ben riuscito. Un bianco e nero con al suo interno una storia molto bella e una recitazione davvero eccellente da parte di quasi tutti gli interpreti. La Davis primeggia, ma Buchhloz non gli è da meno, così come ottima è la performance di una giovanissima Spaak, mai vista così splendida (almeno secondo me); memorabile lei ricoperta da banconote. Belle location e finale conciliante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Spaak ricoperta da banconote da 10 mila lire: io l'avrei ricoperta da banconote di 100 mila come minimo!
I gusti di Motorship (Comico - Drammatico - Western)

Beffardo57 25/2/18 21:43 - 206 commenti

Molto datato, molto lento, molto Anni Sessanta. Ma al di là dell'edipico protagonista che esibisce improbabili rovelli esistenziali e di Bette Davis che interpreta il solito ruolo della mammina riccastra e cinica, c'è lei: Catherine Spaak, leggera, bellissima, giovanissima, immagine di una femminilità sfuggente e imprendibile, deliziosamente premorale, un miraggio seduttivo. Non si era mai visto nulla di simile prima, nel cinema italiano e da sola giustifica l'esistenza di un film su cui altrimenti non varrebbe la pena di soffermarsi.
I gusti di Beffardo57 (Commedia - Drammatico - Thriller)