Cerca per genere
Attori/registi più presenti

NON SI DEVE PROFANARE IL SONNO DEI MORTI

All'interno del forum, per questo film:
Non si deve profanare il sonno dei morti
Titolo originale:No profanar el sueño de los muertos
Dati:Anno: 1974Genere: horror (colore)
Regia:Jorge Grau
Cast:Cristina Galbó, Ray Lovelock, Arthur Kennedy, Aldo Massasso, Giorgio Trestini, Roberto Posse, José Lifante, Jeannine Mestre, Gengher Gatti, Fernando Hilbeck, Vera Drudi, Vicente Vega, Francisco Sanz, Paul Benson, Anita Colby
Note:(aka "Zombi 3 - Da dove vieni?" o anche "Zombie 3". Trucchi di Giannetto De Rossi.
Visite:3287
Il film ricorda: La notte dei morti viventi (a Caesars, Undying)
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 42
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 27/11/13 21:30 - 4059 commenti

Al di là della derivazione da La notte di Romero, rafforzata da situazioni e momenti pressoché identici, è godibile, interessante, spesso ben fatto. Il budget non è enorme, ma si sfruttano bene i paesaggi britannici e le ambientazioni (notare l'armonia con la quale si inseriscono le scene girate in Italia, per esempio quelle con la zombie Vera Drudi). Lovelock (assai aiutato dalla voce di Barbetti) qui va meglio del solito, la Galbó è deliziosa come sempre, Kennedy deve impersonare un ruolo manicheo. La Mestre somiglia moltissimo a Carla Mancini!
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Undying 23/4/07 0:59 - 3971 commenti

Qualcuno ha seguito la strada de La notte dei morti viventi, anticipando lo stesso Romero di Zombi. Una macchina che stermina le formiche sortisce effetti disastrosi sui corpi dei morti sepolti vicino. Lovelock (perfettamente in parte) sarà testimone involontario dell'apocalittica resurrezione, tentando di portare in salvo la pelle... Gore e splatter ante-litteram (siamo nel 1974) per una claustrofobica storia ricca di pathos e ottimamente girata. De Rossi, al suo meglio, crea violenti trucchi (il finale) infarciti da ferite e mutilazioni.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 10/6/07 11:11 - 3951 commenti

Sarà pure un po’ ingenuo e piuttosto datato, ma questo film continua a darmi grande soddisfazione. Intanto si respira un po’ di buona aria malsana da vero horror, l’ambientazione è azzeccata e la spiegazione di ciò che accade (la gente muore - soprattutto i deboli - e i morti tornano in vita) è fanta-horror sfiziosa. I dialoghi sono passabili, gli attori discreti e non mancano sangue, un po’ di budella e zombi più che dignitosi. Da segnalare: la macchina-ultrasuoni, nella catacomba, il povero poliziotto, in clinica). Notevole e assai godibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Mentre il protagonista osserva le bare metalliche con finestra, compare il primario che dice: "Confortevoli vero? Sono ideali per l'ultimo week end".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 11/6/07 18:34 - 5712 commenti

Rurale e post-romeriano, si arricchisce di un messaggio politico-ecologista e di zombi che, contrariamente alla tradizione, sono fortissimi e duri a morire. Notevoli gli effetti speciali di Giannetto De Rossi e la figura di uno stolidissimo ispettore iper-reazionario e pieno di pregiudizi, reso con professionalità dal grande Arthur Kennedy. La schiera di raventans è capitanata da Gengher Gatti, spettrale icona dell'horror italico.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 22/11/11 0:51 - 6489 commenti

Tra gli zombeschi “minori” uno dei più gradevoli e ben fatti. Non che la trama offra particolari novità o brividi a profusione, ma oltre ad una buona confezione (con gli “effettacci” di Giannetto De Rossi, al solito ben realizzati) stavolta anche la storia è più che dignitosa. Il crescendo è discreto e pur non essendoci ritmi frenetici, si segue piacevolmente fino ad un finale che più tipico non si può.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 6/11/17 23:49 - 6542 commenti

Questa volta a risvegliare i morti non sono radiazioni spaziali come nel capolavoro di Romero ma una più prosaica macchina agricola, sperimentata nelle campagne inglesi per sterminare gli insetti nocivi. Inoltre gli zombi sono pure più "svegli", tanto da cooperare fra di loro... varianti che non incidono più di tanto sullo sviluppo della storia in questa cooproduzione italo-spagnola certo derivativa ma dignitosa e con un buon finale pessimistico. Cast impreziosito dalla presenza di un convincente Kennedy, poliziotto reazionario e tetragono che odia i capelloni.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 18/5/07 15:41 - 2244 commenti

Jorge Grau dirige questa pellicola, chiaramente forte debitrice de La notte dei morti viventi, diventata nel tempo un piccolo "cult" tra gli appassionati del genere. Niente di trascendentale, lo spunto simil-ecologico di partenza è un classico per questo tipo di film e lo svolgimento non presenta novità di rilievo, ma alcune sequenze sono ben riuscite (il protagonista chiuso nel loculo mentre i morti si stanno svegliando, ad esempio). Sulla truculenza di certi effetti non posso espimermi avendo visionato il film in tv. Non male, dopotutto.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 25/3/09 16:32 - 4620 commenti

Buon horror zombesco, che seguendo la scia dei film romeriani riesce ad essere originale. Il tutto è un crescendo notevole: il mezzo col quale i morti tornano alla vita è molto particolare (grazie a una macchina per ammazzare gli insetti). Ottimo il cast: c'e Lovelock capellone e per questo non creduto, Kennedy poliziotto scettico e bastardo, la Galbo. Ottimi effettacci truculenti (la morte della receptionista). Davvero molto bello.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'assedio nell'ospedale, la cripta nel cimitero, il finale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 20/4/07 19:16 - 2861 commenti

Sottovalutatissimo horror italo-spagnolo. Perfetta la regia, che crea un'atmosfera incredibilmente suggestiva anche grazie alle belle ambientazioni; scorrevole e inquietante la storia; bravi gli attori; ottimi e ben dosati gli effetti splatter a cura di Giannetto De Rossi. Per gli appassionati dell'horror un must.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Herrkinski 12/6/08 14:44 - 3692 commenti

Notevolissimo horror zombesco inglese dei primi '70s, con i bravi Lovelock e Kennedy, entrambi perfettamente in parte. Con alcune varianti sul modello originale de La Notte Dei Morti Viventi, il film brilla di luce propria, potendo contare su una buona recitazione, una regia solida e capace, effetti speciali di De Rossi decisamente splatter (anche molto, per l'epoca) e in generale un'atmosfera tetra e senza speranza. Viene suggerita anche una lieve critica di stampo ecologico e sociale, ma comunque il film resta un horror puro da non perdere!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il risveglio dei morti viventi nella cripta del cimitero!
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

G.Godardi 14/6/07 15:37 - 960 commenti

Horror bucolico di chiara derivazione romeriana. Infatti fu fortemente voluto dal produttore Edmondo Amati, il quale voleva praticamente rifare La notte dei morti viventi a colori. Alla regia chiamò Grau allora nome emergente del cinema spagnolo, ci mise dentro tre attori da coproduzione tra cui un Arthur Kennedy in declino. Poteva essere un pastrocchio ma per fortuna non è stato così: questo grazie ad una sceneggiatura funzionale ed ambientalista, alla buona regia e soprattutto agli effetti speciali di De Rossi (zombie a parte ancora poco caratterizzati).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il bambino infetto ed aggressivo, chiara citazione da Baby killer.
I gusti di G.Godardi (Horror - Poliziesco - Thriller)

Zender   1/2/16 11:47 - 242 commenti

E io rinascerò... zombi di campagna. Nel più paradisiaco degli inferni, nel verde a quattro passi dalle nuvole (grigie) di Manchester, bastan quattro ultrasuoni a rimettere in moto cervelli defunti e poi gambe. Grau affonda Lovelock e la Galbo tra castelli, cimiteri e colline, li fa perseguitare da un commissario ottuso, gira tanto in esterni e rimescola il genere trovando la chiave giusta per staccarsene. Splatter in buone dosi, tutto nella norma (compreso il ritmo sonnacchioso) eppure sembra di galleggiare in un altro mondo. Hai detto niente...
I gusti di Zender (Comico - Fantascienza - Horror)

Daidae 22/6/09 19:12 - 2235 commenti

Bello. Un giovane hippie vivrà suo malgrado un'orrenda avventura, visto che la macchina sterminatrice di formiche ha un particolare effetto collaterale. Morale ecologista, bellissime scene (ottimi gli effetti speciali) e un finale davvero delizioso; il regista Grau purtroppo non riuscirà a ripetersi. Ottimi Lovelock e Kennedy.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale e gli zombies.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Stubby 13/6/07 18:45 - 1154 commenti

Peccato non aver potuto vedere la versione uncut, probabilmente avrebbe fatto sì che il punteggio salisse. Comunque il film è sicuramente carino e ben fatto, anche se non mi ha particolarmente entusiasmato. Quello che mi è saltato subito all'occhio sono le scelte delle location assolutamente fantastiche, per il resto tutto piuttosto discreto, eccezion fatta per Lovelock e Kennedy, superlativi.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Hackett 26/7/08 20:22 - 1438 commenti

Buon horror che ripercorre il precedente capostipite di Romero rimarcandone ancora di più le ispirazioni ambientaliste. La trama è abbastanza semplice ma la regia è di mestiere e gli attori assolutamente in parte; fra tutti spicca un ottimo Ray Lovelock, che grazie al look e allo stesso doppiatore di Redford, sembra un Jeremiah Johnson in motocicletta. Buoni i momenti di tensione e affascinanti i paesaggi britannici. Da vedere.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Sabryna 2/2/13 0:22 - 225 commenti

Interessante pellicola sul filone zombie-movie, il cui pregio risiede nel sottile sottotesto di denuncia verso la società industrializzata, colpevole di aver creato macchine che danno luogo all'avvento dei mostri non-morti. Alla generazione del progresso si contrappone quella hippie/naturista, caratterizzata dal protagonista Ray Lovelock (qui in versione capellone alternativo), che viene demonizzato e mai creduto solo perché ritenuto "fricchettone" e drogato. Tra i vari film sugli zombi resta uno dei migliori in circolazione.
I gusti di Sabryna (Fantastico - Horror - Thriller)

Patrick78 17/1/10 18:43 - 357 commenti

Qualità insospettabili fanno di questa pellicola un'autentica chicca da custodire gelosamente in una videoteca personale. Nel marasma generale di un genere che ha generato tanti (forse troppi) film, ecco spuntare questa opera di Jorge Grau che nel lontano 1974 diresse uno dei miglior zombie-movies girati fino ad oggi in Europa (e non solo) e lo fa innestando una trama che avrebbe fatto gola persino a Romero. È proprio il Maestro di Pittsburgh il riferimento maggiore di Grau, che grazie anche agli ottimi effetti di De Rossi, realizza un capolavoro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il risveglio dei morti nella cripta adiacente il cimitero. Paura allo stato puro...
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Trivex 6/3/10 19:22 - 1308 commenti

Eccellente, per tante ragioni. L'ambiente, con la campagna inglese verde e rigogliosa, le buone performance degli attori, gli effetti speciali dell'ottimo De Rossi e la luce fredda che accompagna la storia, rendendola ancora più tetra. Ottima davvero la fotografia ed anche il particolare della macchina antiparassitaria, elemento potenzialmente stravagante, è ben realizzato. Ma il punto forte sono i suoni prodotti dai morti, fastidiosi e agghiaccianti, a volte. Se si guardano gli extra del dvd (versione italiana) si scopriranno alcune curiosità interessanti.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Enzus79 11/10/09 10:07 - 1534 commenti

Horror che dire che mi ha stupito è poco. Credevo di assistere a qualcosa di già visto, ma devo dire che è piuttosto originale e non ha niente di scontato. C'è anche qualche tematica socio-politica e questo ricorda un po' Romero. Gli attori sono tutti bravi. Il cielo plumbeo sui paesaggi inglesi è ottimo per questo tipo di storie, così come le ambientazioni nell'ospedale, cimitero e albergo. Notevole!
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 11/10/09 11:25 - 635 commenti

Buon horror con zombie di prima mano, nati sotto l'effetto di uno strano insieme di elementi concepiti dall'uomo. L'inizio è buono e segue intricandosi in una storia fatta di polemiche e sequenze che sanno di cannibal. Lovelock è ottimo, come anche Kennedy il quale impersona un detective fascistoide dipendente delle proprie deduzioni istintive. Il finale è un po' farsesco. Comunque da vedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nella cripta.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Saintgifts 28/9/12 23:38 - 4099 commenti

Il film nel suo genere è notevole, questo va detto, ma la cosa curiosa è il modo in cui viene fatta la denuncia ecologica. Si parte da una città dove si mostra ogni tipo di inquinamento e dove la corsa della ragazza nuda che protesta per ciò non viene per niente notata. Si arriva poi in una splendida campagna dove però è in agguato un macchinario che uccide i parassiti delle piante, ma fa rivivere, incattivendoli, i morti. Questi zombi uccidono l'uomo facendone così un nuovo zombi, iniziando perciò un processo "vitale", nato dall'inquinamento.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Notevoli momenti di tensione nella cripta e nella casa del custode del cimitero.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Lucius  30/8/13 17:26 - 2578 commenti

Il gemello di Zombi, quanto a valore. Uno dei migliori film in circolazione sugli zombi, che vanta una regia accurata in connubio con un'ambientazione dove è la natura a primeggiare, ripresa in maniera sublime da inquadrature che esaltandola esaltano l'intero scenario del film. Le campagne inglesi al servizio della rinascita, ma anche della morte in una storia che coniuga spunti di gotico (vedi le location) all'ecologia. Notevole.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 1/2/12 12:49 - 2342 commenti

Horror zombesco italo-spagnolo di gran spessore, il cui pregio principale è mutuare dall'originale romeriano una forte carica anti-istituzionale, pur se i toni apocalittici del buon George virano in una più generica ma sentita (e realistica) filippica ecologista. Grau è molto attento a contestualizzare, centellinandole, le scene gore (credibili gli effetti di Giannetto De Rossi) in un ombroso scenario da brughiera inglese. Riuscito anche il dualismo tra il freakettone Lovelock e l'ottuso reazionario Kennedy. Speciale la Galbò, tonitruante score di Sorgini.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le parti in ospedale: tutte di tensione latente eppure parossistica: i bambini iperaggressivi, i morti nelle iperbariche; La morte del cognato della Galbò.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 21/10/11 23:07 - 1883 commenti

Singolare esempio di film thriller-zombesco, si distacca dal genere classico pur rimanendo "chiuso" nel racconto, come tutti i film che trattano di morti viventi (non essendo possibile più di tanto sviluppare la sceneggiatura in direzioni variegate ed articolate). Ci sono comunque momenti e situazioni di vera tensione e il cast è piuttosto credibile. Potabile.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Rufus68 4/2/17 21:10 - 1340 commenti

Discreto horror che, nonostante il basso ritmo, s'impone alla distanza. Il messaggio ecologista lascia il tempo che trova; ma la storia, sottolineata da un costante e plumbeo sottofondo sonoro di echi cavernosi e lontani rimbombi, avvolge lo spettatore in una malsana aria da finis terrae. Peccato che il versante poliziesco stoni un po' col tono generale (sin troppo esagitato il personaggio di Kennedy). Effetti poverelli quanto efficaci.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Minitina80 21/2/16 17:55 - 1328 commenti

Un horror ispirato e perfettamente riuscito che mischia sapientemente i morti viventi con tematiche a sfondo ecologico e sociale. È tutto ben dosato e calibrato, dai paesaggi d’oltremanica, freddi e spogli, a un Lovelock che non ti aspetti, quasi irriconoscibile e perfetto nella parte del giovane ribelle. Infine, non si deve dimenticare l’efficace lavoro di De Rossi agli effetti speciali che chiude il cerchio senza prove d’appello.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il seno strappato.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Nicola81 7/10/14 21:40 - 1304 commenti

L'idea di mettere insieme gli zombi e un messaggio ecologista funziona, permettendo a questa interessante coproduzione italo-spagnola di guadagnare in originalità rispetto a horror analoghi. L'ambientazione nella campagna inglese regala un'atmosfera interessante, i dialoghi sono abbastanza curati e il ritmo non latita. Deliziosa come sempre, la Galbò si districa tra un Lovelock in una delle sue prove migliori e un Kennedy che disegna con bravura un ispettore ottuso e reazionario.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prima apparizione di uno zombi; La sequenza al cimitero; L'assedio all'ospedale; Il finale.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Il Dandi 12/5/16 0:15 - 1160 commenti

Uno dei più famosi (e più riusciti) horror spagnoli è uno zombie movie da manuale. Vistosamente figlio del suo tempo, con un hippy (Lovelock barbuto) per protagonista e una chiave di lettura politico-ecologica sull'allegoria dell'epidemia dei morti viventi meno sfumata del solito. Ben diretto, il film si avvale di una ambientazione inglese credibile e ben valorizzata, ma il suo maggior pregio è di offrire una catarsi finale allo spettatore pur senza regalare un lieto fine ai personaggi, anzi senza lasciare alcuna speranza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'assedio degli zombi al cimitero.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Lythops 14/7/15 11:41 - 891 commenti

A parte un inizio leggermente prolisso e un ritmo piuttosto lento, il film ha il pregio di affrontare il tema dei morti viventi in un modo diverso dal solito e di sfruttare una fotografia molto valida anche considerando la terra scozzese dove è girato. Gli anni in cui la pellicola è stata prodotta si fanno sentire sia con le citazioni "politiche" che con tutta un'ambientazione che, se allora era naturale, oggi affascina particolarmente. Interessanti gli zombi e un commissario che dovrebbe prendere lezioni dal tenente Colombo. Gradevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Pensi che la Polizia abbia ragione?" "Questo mai, per principio".
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Bruce 28/9/09 16:59 - 855 commenti

Grande pellicola, tra le migliori del genere, debitrice all'originale di Romero ma in cui tutto funziona davvero bene, in perfetto equilibrio, soggetto, sceneggiatura, regia, ambientazione, interpretazioni. Per forza di cose ci si trova allora "dentro", come accade con La casa dalle finestre che ridono, nella malsana atmosfera di provincia (questa volta inglese) ed è impossibile non appassionarsi alla vicenda, stupendamente descritta per immagini e suoni. Kennedy è l'ottuso e reazionario ispettore. Di notevole impatto ed atmosfera. Da paura.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Mdmaster 15/10/10 8:40 - 802 commenti

Uno dei migliori zombie movie degli anni 70, unisce un cast più che capace a una sceneggiatura interessante che non si limita a mettere i personaggi in situazioni grottesche ma a cercare di spiegare razionalmente il fenomeno dei ritornanti. Ray Lovelock a mo' di Easy Rider è portatore di un messaggio ambientalista più che sensato, la campagna inglese è sfondo perfetto e la sequenza nel cimitero è di quelle spettacolari. Con effetti speciali low cost ma ben sfruttati, è pellicola assolutamente da rivalutare e da vedere per qualsiasi appassionato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ray che si scontra con un fascistoide commissario di polizia; la folle sequenza finale nell'ospedale.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Funesto 19/2/14 11:57 - 523 commenti

Non sono un esperto del genere, ma m'è parso tra i migliori zombiemovies in circolazione. Quando il genere era ancora agli esordi la Spagna esce a testa alta con un prodotto assolutamente non banale (per l'epoca) e capace di dosare alla perfezione brividi, sangue e sensatezza della storia senza puntare tutto sulla macelleria (comunque ben presente). Ottima dunque la sceneggiatura e lodevole l'assenza delle musiche, che massimizza la tensione. Buoni anche le recitazioni, gli SFX e, logicamente, la regia. Ottimo film, un must per l'appassionato.
I gusti di Funesto (Animazione - Horror - Thriller)

Jurgen77 4/2/13 8:31 - 522 commenti

Bella pellicola "zombesca" con parecchi spunti splatter firmati dal sempre ottimo artigiano De Rossi. Presenti anche diversi momenti di suspance e autentico brivido. Fantastici i paesaggi dove il film è girato e non male il messaggio "ecologistica" (l'uomo, la macchina, la natura, il non morto..). Anche il finale è molto inquietante...
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Maik271 8/2/16 13:30 - 397 commenti

Una bella ambientazione inglese per questo horror dalla morale ecologista che si rifà al capolavoro romeriano. Non particolarmente originale la trama in cui i due giovani, Lovelock e la Galbo, si trovano per coincidenze sfortunate a combattere con gli zombi resuscitati da strane radiazioni ultrasoniche. A parte il buon livello gore di alcune sequenze il film non riesce però a coinvolgere lo spettatore. Occasione persa.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Corinne 30/5/12 22:58 - 368 commenti

La storia non brilla certo per originalità (i morti si risvegliano e il motivo ha pretese ecologiste), ma l'ambientazione nella campagna inglese, tra cieli plumbei, cimitero e ospedale e l'atmosfera tetra fanno di questo film un gioiellino imperdibile e inquietante, assolutamente imperdibile. A far da colonna sonora, il rumore stridente della macchina pesticida. Decisamente sopra gli standard dell'epoca lo splatter, ottimi Lovelock e Kennedy antagonisti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena nella cripta.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Aal 29/8/09 16:03 - 244 commenti

Bel film sugli zombi ambientato in una splendida campagna inglese con solido cast, regia attenta e mai banale, ottimi effetti speciali e per una volta una trama che si possa definire tale. Le scene splatter sono assai truculente: le viscere estratte dai corpi delle vittime e mangiate precorrono i cannibal movies. Accentuata tematica ecologista: Ray Lovelock è un giovane nemico della cattiva tecnologia che quando sfugge al controllo può produrre abomini. Riuscito e convincente, da vedere per tutti gli amanti del genere horror "di una volta".
I gusti di Aal (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Samdalmas 7/2/14 22:10 - 210 commenti

Notevole "zombi movie" italo-spagnolo diretto da Jorge Grau e girato nella campagna inglese dove una macchina a ultrasuoni per eliminare i parassiti risveglia i morti! Ray Lovelock era l'hippy del cinema italiano e anche qui fa lo stesso ruolo, mentre il reazionario ispettore (Arthur Kennedy) sembra uscito da un poliziesco. Effetti speciali dello specialista Giannetto De Rossi. Un piccolo cult per i fan dei morti viventi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutto il finale nell'ospedale, teso e cruento.
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Giuliam 11/10/09 17:04 - 178 commenti

Non è il solito film dell'orrore, qui viene improntato e per bene; una tematica ambientalista, con evidenti riferimenti all'inquinamento e alla "nuova" tecnologia che provoca non pochi danni alla natura. Ray Lovelock diventa "l'eroe" di questa parabola macabra, che cerca in tutti i modi di fermare questo omicidio/suicidio da parte dell'uomo. La sceneggiatura è l'unica pecca, risulta un po' troppo velleitaria. Tuttavia c'é molta tensione tanto da far considerare questo un film horror di serie-B per antonomasia.
I gusti di Giuliam (Horror - Poliziesco - Western)

Straffuori 28/3/09 12:44 - 170 commenti

Buon film horror con bella presenza zombesca e soddisfacenti scene splatter e gore. Molto suggestive le ambientazioni e le musiche. Bella la cannibalizzazione/uccisione del poliziotto (è Giorgio Trestini!) e tutta la parte finale. Arthur Kennedy nella parte dell'ispettore retrogrado, sospettoso e minacioso, diverte parecchio nel corso del film. Invece Lovelock, barbuto ed oltremodo ecologista, mai così irritante.
I gusti di Straffuori (Comico - Horror - Poliziesco)

Fedeerra 25/10/17 5:36 - 96 commenti

Questo ardimentoso film italo-spagnolo è cresciuto piano piano, non si è sottratto al paragone con ciò che il suo tempo gli presentava (Romero) e non ha avuto paura di mettere in scena l'esagerazione splatter dei "classici" zombie-movie. La pellicola regala inoltre la giusta attenzione ai caratteri dei protagonisti (il poliziotto nazista, l'hippie) e dei comprimari (la sorella eroinomane, il cinico medico legale), giocando sapientemente con i nebbiosi scenari bucolici della provincia inglese.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)

Lebowski 9/1/10 11:23 - 82 commenti

Diciamolo subito: gli zombi di questo film non sono per nulla convincenti. Privi di trucco (occhi a parte), poco coerenti nel loro comportamento (ora lenti, ora veloci, qualche volta un po' troppo "intelligenti"), spesso mi sono sembrati più ridicoli che spaventosi. Tolto questo handicap non da poco, il film ha diversi pregi, soprattutto il fatto di non limitarsi a seguire quanto iniziato qualche anno prima da Romero ma di provare a battere strade proprie (gli zombi non attaccano in massa, c'è perfino un'indagine poliziesca). **!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli effetti splatter di Giannetto De Rossi, ancora un po' acerbi ma che lasciano presagire quanto di eccellente farà più avanti con Fulci & co.
I gusti di Lebowski (Fantascienza - Horror - Poliziesco)

M.lupetti 21/11/09 12:32 - 58 commenti

Rovinato dal titolo (più efficace quello inglese) e poco conosciuto, è in realtà uno dei migliori episodi (personalmente il mio preferito) fra i molti prodotti horror-zombeschi post-romeriani, col regista e la co-produzione che vengono dalla Spagna. Splendida l'ambientazione (Windermere, quanto di meglio al mondo per un horror), la trama regge dignitosamente pur nell'assurdità dell'assunto (la macchina a ultrasuoni che riporta in vita i morti) e le schermaglie Lovelock-Kennedy sono da antologia. Ottima anche la colonna sonora. Da rivalutare.
I gusti di M.lupetti (Guerra - Sentimentale - Western)