Cerca per genere
Attori/registi più presenti

REDS

All'interno del forum, per questo film:
Reds
Titolo originale:Reds
Dati:Anno: 1981Genere: biografico (colore)
Regia:Warren Beatty
Cast:Warren Beatty, Diane Keaton, Jack Nicholson, Gene Hackman, Maureen Stapleton, Edward Hermann, Jerzy Kosinski, Paul Sorvino, M. Emmet Walsh
Note:Oscar per la migliore regia, fotografia e attrice non protagonista (Maureen Stapleton)
Visite:545
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/5/08 DAL BENEMERITO GALBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 25/5/08 7:42 - 9914 commenti

Vita di John Reed, giornalista americano di sinistra che raccontò nel 1917 la rivoluzione russa sulla quale scrisse "I dieci giorni che sconvolsero il mondo". Warren Beatty ha realizzato un film dal quale traspare l'ammirazione per questo particolare personaggio con una sceneggiatura che rimane abbastanza in equlibrio tra la sfera privata (in particolare la relazione con la giornalista Louise Bryant) e quella professionale. Buona la ricostruzione scenica della rivoluzione russa.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Cotola 27/8/16 23:54 - 6555 commenti

La durata (più di tre ore) non spaventi: il film scivola via veloce e funziona bene senza mai annoiare. La regia di Beatty è molto buona, quasi sempre sobria e capace di controllare tutto ciò che deve nonostante la complessità di alcune scene e l'opulenza di una pellicola fatta anche di tanti particolari. Merito anche di una confezione coi fiocchi, coronata dalla strepitosa fotografia di Storaro (premiata con l'oscar). Forse quel che manca è il guizzo che ne avrebbe fatto un capolavoro. Film troppo classico, da cui sembra trasparire un po' di freddezza che non coinvolge appieno lo spettatore.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Luchi78 6/6/12 17:05 - 1518 commenti

Affascinante film sulla storia del giornalista dei rossi, John Reed. Il film dura più di tre ore, ma è difficile non appassionarsi alla storia di quest'uomo ricca di ideali e sentimento. Spostandosi tra la New York più bohemienne del Greenwich Village e la sovietica Pietroburgo, la regia ha la possibilità di cogliere ampi spazi ed ambienti raccolti, ma soprattutto di cogliere le monumentali interpretazioni della coppia Beatty-Keaton e di un perfido Jack Nicholson. Da vedere.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Almicione 14/2/15 20:38 - 765 commenti

Stranamente poco nota, questa grande rappresentazione della vita di John Reed da quando era un giornalista ordinario fino al suo successo e al suo impegno politico. Warren Beatty soddisfa come regista e sceneggiatore oltre che come attore: la pellicola riesce a essere avvincente per più di tre ore, calma nell'illustrare i rapporti fra John e amici, concitata nel descrivere il fervore dello sviluppo storico. Ai problemi della dottrina comunista si alternano le questioni sentimentali dei Reed. Peccato per le interviste da documentario. Notevole cast!
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Magi94 18/12/17 22:49 - 379 commenti

Delle pagine de "I dieci giorni che sconvolsero il mondo" non vi è nulla, la rivoluzione russa rimane praticamente solo da sfondo alla vita, accurata fin dove conosciuta o altrimenti romanzata, del reporter comunista John Reed. Vi è l'impressione che si sia un po' "americanizzato" il personaggio e certo qualche taglio nella storia sentimentale era da fare (soprattutto nella prima ora), ma la regia segue i canoni più classici del cinema americano e non sbaglia un colpo. Ottime la fotografia e le scenografie, impeccabili le interpretazioni.
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Silenzio 11/2/11 15:42 - 59 commenti

Beatty ritorna alla regia con un film complesso e di ampio respiro, al contempo corale e intimista, epico e delicato. E lo fa con uno stile incredibilmente maturo, spesso travolgente (la Rivoluzione d'ottobre), che evidenzia le sfaccettature di un personaggio - il giornalista-rivoluzionario Jack Reed, l'unico statunitense sepolto al Cremlino - tanto affascinante quanto contraddittorio, sempre in bilico tra ardore politico e desiderio di stabilità coniugale, tra pubblico e privato. Superlativa la prova di Nicholson, arcigno e misurato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il cartello appeso all'ingresso dell'appartamento di Reed: "Property is theft, walk in".
I gusti di Silenzio (Gangster - Horror - Western)