Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA FOLLIA DI BARBABL¨

All'interno del forum, per questo film:
La follia di Barbabl¨
Titolo originale:Bluebeard
Dati:Anno: 1944Genere: thriller (bianco e nero)
Regia:Edgar G. Ulmer
Cast:John Carradine, Jean Parker, Nils Asther, Ludwig St÷ssel, George Pembroke, Teala Loring, Sonia Sorel, Henry Kolker, Emmett Lynn, Iris Adrian, Patti McCarty, Carrie Devan, Anne Sterling
Visite:577
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/3/08 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 2/3/08 2:07 - 6330 commenti

Bellissimo thriller che si regge tutto su una forte tensione emotiva e che mescola materiale eterogeneo di diversa natura, risentendo soprattutto dell’influsso dell’espressionismo tedesco (per forza, visto che Ulmer fu allievo di Murnau) e del mito letterario di Faust. Ottime la regia e la fotografia, buona la prova degli attori. Da vedere.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 20/2/17 13:41 - 2028 commenti

Ennesimo B-movie di Ulmer rivalutato dalla critica per la capacitÓ di ottimizzare tempi e mezzi produttivi, oltre che per gli innesti gotici ed espressionisti ľ per la veritÓ abbastanza comuni nel cinema di genere coevo: ma i pregi finiscono qui. Il film Ŕ costituito da una prima parte concitata, verbosa e sbrigativa che prelude ad una seconda che cerca di dare anima ai protagonisti. Il montaggio sbozzato e approssimato, l'enfasi recitativa (Carradine in particolare) evocano gli stilemi del cinema muto. Come intrattenimento funziona, ma siamo dalle parti della mera curiositÓ d'epoca.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 29/4/09 16:55 - 4587 commenti

Ottimo, un gioiellino. John Carradine Ŕ un perfetto Barbablu che strangola le sue vittime con una cravatta, il cast si impegna, c'e una bella fotografia. Ben realizzate le scene con i burattini, di buona tensione la scena del dipinto, la fuga sui tetti. L'atmosfera Ŕ ben creata e il film Ŕ davvero ben fatto, consigliato.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Gi¨an 31/7/16 16:37 - 2288 commenti

Penalizzato dal ritmo lasco, talora ricorrente nei film di Ulmer, ma caratterizzato da una magistrale coesione registica, in grado di precipitare lo spettatore all'interno del piccolo mondo conchiuso e artefatto costruito sullo schermo, rendendo incombente e oppressivo il clima generale della pellicola. Curiosa l'introduzione del personaggio della sorella "detective" di Parker, come brevi ma notevoli sono i carachters di Stossel (il mercante Lamarte), della Sorel (poi moglie di Carradine) e del fisarmonicista ubriachello. L'occhio di Carradine uccide!
I gusti di Gi¨an (Commedia - Horror - Thriller)

Myvincent 9/1/17 21:54 - 1783 commenti

Un misterioso strangolatore di donne si aggira imperturbato in una Parigi oscura, piena di ombre e cunicoli segreti: si scoprirÓ solo alla fine il perchÚ di tanta natura omicida grazie a sottili implicazioni psicoanalitiche di grande effetto catartico sullo spettatore. Perfetto il clima angoscioso che segue il filo delle vicende, letteralmente perforate dallo sguardo folle di John Carradine a segnare i momenti pi¨ topici della intera storia. Romantico, tragico e orrorifico nello stesso momento.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Stefania 29/11/10 3:13 - 1602 commenti

Il mito di Pigmalione riletto al contrario, nella folgorante e lucida esplorazione di una follia misogina ed omicida. Invece di trasformare un simulacro in donna viva, il pittore Morel riduce donne vive a simulacri, uccidendole dopo averle ritratte. Thriller espressionista con reminiscenze gotiche, torvo di sguardi bistrati, spettrale di primi piani cerei incastonati nel buio, maestoso e sinistro. E, nel flash back del primo delitto, un meraviglioso sbizzarrirsi in inquadrature oblique... Affascinante!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo spettacolo di burattini all'inizio, Morel che ritrae Francine osservandone il riflesso in uno specchio; la fuga sui tetti e il tuffo nella Senna.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Rufus68 12/3/17 21:39 - 1056 commenti

Gli influssi delle correnti pi¨ nobili del cinema muto si rilevano solo a tratti; e anche la conclamata derivazione dall'Espressionismo Ŕ pi¨ un cascame che non uno stile che struttura solidamente la pellicola (l'impalcatura simbolica di quel mondo, poi, Ŕ semplicemente assente). Ulmer, anzi, si lascia andare a una narrativa prolissa e, infatti, le ossessioni del protagonista sono pi¨ raccontate che non evocate o intimamente trasmesse allo spettatore. Rimangono gli sprazzi d'autore di cui si discorreva: i chiaroscuri, le sequenze del teatrino.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Von Leppe 15/6/11 13:58 - 786 commenti

Tra gli ultimi film espressionisti in bianco e nero degli anni 40, che avevano un grande fascino. Ambientato in una Parigi oscura e brumosa dove le scenografie della cittÓ sono solo dipinte, in modo semplice ma efficace (le vedute di Notre Dame, della Senna e di alcuni cunicoli) fanno da sfondo ad una storia tragica e romantica, su un pittore ferito nella sua sensibilitÓ di artista, troppo preso dal suo ideale impossibile... Ottime anche le scenografia dell'atelier e naturalmente la fotografia, cupa, che risalta i contrasti di luce e ombre.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)